OBIETTIVO NAPOLI – Azzurri inarrestabili anche in casa della Roma

Otto vittorie su otto in campionato e il Napoli vola sempre più in testa alla classifica, allungando ulteriormente il vantaggio sulla Juventus sconfitta oggi, tra le mura amiche, dalla Lazio.
Contro la Roma è arrivato per gli azzurri il primo successo in un vero e proprio scontro diretto, in casa di una squadra forte, che ha messo in campo ogni energia per cercare di ostacolare la marcia del Napoli.
Nella gara di stasera si è assistito a quello che probabilmente è stato il miglior primo tempo della stagione dei partenopei. La formazione di Sarri ha infatti espresso un gran bel gioco nei primi 45 minuti, proponendo un possesso palla snervante per gli avversari e creando diversi presupposti per scalfire una difesa molto ben organizzata come quella romanista. Le idee chiare e la lucidità nel proporre trame di gioco ormai automatiche, ha fatto la differenza anche al cospetto di un avversario di gran valore, che aveva tentato di affrontare il Napoli pressando e aggredendo nelle zone centrali del campo, non trovando tuttavia mai le adeguate distanze per contrastare i continui movimenti senza palla degli azzurri.
La Roma, però, è riuscita a crescere nel corso della gara, giocandosi il tutto per tutto nella ripresa, con un atteggiamento molto coraggioso che ha costretto il Napoli ad abbassare il proprio baricentro. Ma anche nei momenti di sofferenza gli azzurri hanno dimostrato buona solidità, concedendo poche occasioni su azione ai giallorossi, che hanno causato i pericoli maggiori alla difesa partenopea solo sugli sviluppi di calci da fermo, da dove potevano sfruttare la maggiore abilità aerea dei propri uomini.
Anche nella fase di maggiore spinta della Roma, il Napoli non è stato certo a guardare, producendo grossi pericoli alla porta di Alisson con fulminee ripartenze, che talvolta i giocatori offensivi azzurri avrebbero dovuto sfruttare meglio.
La vittoria di stasera ha messo in mostra due caratteristiche che saranno importanti anche in previsione della prossima gara in Champions contro il Manchester City, ovvero l’abilità di saper imporre il proprio gioco anche contro avversari di pari livello, unita al pregio di saper soffrire con compattezza ed efficacia nel momento del bisogno.
Un unico punto debole che sembra ancora poter creare problemi alla squadra di Sarri è rappresentato dai centimetri che mancano in fase difensiva sui calci da fermo. Un tallone d’Achille che ci costò l’eliminazione contro il Real Madrid nella scorsa Champions e che anche a Manchester potrebbe rappresentare un pericolo costante per la porta di Reina.

Commenti