Berlusconi: Vigorito poteva comprare il Milan

BeneventoIl Milan sarebbe nuovamente in vendita, è la notizia circolata ieri negli ambienti sportivi…

di Carlo Ferrajuolo

Un’indiscrezione che ha fatto tornare alla mente dichiarazioni passate di Silvio Berlusconi, al quale la società rossonera sarebbe stata offerta. Tempo fa il numero uno di Mediaset ammise che tra i papabili alla conduzione della società milanese sarebbe potuto esserci anche il massimo dirigente del Benevento: «Vigorito è tra le cinque persone che potrebbero comprare il Milan».


A gettare acqua sul fuoco ci pensa immediatamente lo stesso presidente della Strega attraverso le colonne de La Stampa. Il giornale di Torino dedica uno speciale alla formazione sannita e, oltre a Mastella, raccoglie anche l’umore e le sensazioni proprio di Oreste Vigorito. «Berlusconi esagera. Ma è vero che non sono nel calcio per caso», si legge nel reportage a firma di Andrea Malaguti, «con la serie A Benevento ha fatto bingo. Eppure sento che qualcuno recita il de profundis quando dovrebbe tenere accesa la fiamma». Tra questi Vigorito ne individua in particolare due: «Mastella? Chi recita il de profundis. O quelli come il presidente del Napoli, De Laurentiis, che parlando di noi fa lo spiritoso e invece dovrebbe farsi i cavoli suoi. E poi le do una notizia: noi restiamo in A. Si figuri se mollo».

Ci crede il presidente del Benevento e non ha alcuna intenzione di mollare, ecco perché ha deciso di sollevare dai rispettivi incarichi Salvatore Di Somma e Marco Baroni per affidarsi a Roberto De Zerbi, stasera al debutto sulla panchina giallorossa in quel di Cagliari. «È stata dura. Io lavoro solo con persone che stimo. E loro hanno fatto tanto per noi», ha concluso Oreste Vigorito, «ho speso il giusto. Posso spendere ancora. De Zerbi l’ho preso perché è bravo».

Commenti