Ibra e la rissa con Onyewu: “Piangeva e pregava”

Tentazione o suggestione, fate voi, certo è che il nome di Lucas Paquetá non rappresenta l’unico colpo del Milan verso il mercato di gennaio. I rumors degli ultimi giorni ipotizzano il grande ritorno in rossonero di Zlatan Ibrahimovic, protagonista tra il 2010 e il 2012 con 56 gol in 85 partite propiziando l’ultimo Scudetto dell’allora squadra allenata da Allegri. Lo stesso svedese non ha mai fatto mistero del suo legame con il club, amore corrisposto dalla dirigenza per voce dello stesso Leonardo: “Ci abbiamo fatto un pensiero, è un trascinatore anche a 37 anni. Ad oggi il mercato è chiuso, dobbiamo fare le cose con calma senza dimenticare i paletti del Fair Play finanziario”. Insomma, saranno i prossimi mesi a fare luce sull’ennesimo intrigo di calciomercato. Detto delle reti nel biennio al Diavolo, i più attenti ricordano un altro episodio che coinvolse Ibra nel 2010 in occasione di un allenamento: la rissa con il gigantesco Onyewu. Un duello titanico già raccontato da testimoni come Gattuso, Ambrosini e Roma, tuttavia sull’episodio si è soffermato lo stesso Ibrahimovic nel suo libro (Io, Ibra) come ripercorso dal Mirror. E tutto iniziò con una battuta dell’eterno Zlatan, rivoltosi al difensore reo di avere le “dimensioni di una casa”.

Fonte: Sky

Commenti