Marotta-Inter, incontro ok: attesa per ufficialità

Otto stagioni in bianconero, ma queste potrebbero prestissimo rappresentare il passato. Già, Beppe Marotta è ormai pronto a ricominciare, con la speranza di riprendere il discorso laddove lo aveva finito. Ripetere i successi con la Juventus sarà un’impresa davvero difficile, ma a 61 anni l’ex amministratore delegato dei Campioni d’Italia ha ancora tanta voglia di mettersi in gioco: “In Italia, però”, aveva detto soltanto qualche giorno fa. E così sarà, perché l’Inter – dopo gli apprezzamenti di Antonello e dell’ex Presidente Moratti – è pronta ad aprirgli le porte di casa. Da Torino a Milano, poco più di 100 chilometri la distanza da percorrere. Decisamente meno rispetto a quanto non ne abbia fatta lo stesso Marotta per raggiungere la Cina.

Vertice e intesa totale

Da Malpensa a Pechino. Poi un ultimo sforzo e il tanto atteso arrivo a Nanchino, patria di Suning. Qui l’incontro con la famiglia Zhang, con il presidente nerazzurro Steve ma non solo. E il vertice è andato molto bene. Le parti hanno parlato di tutto, dalla situazione della rosa nerazzurra alla questione legata alle infrastrutture. Passando per lo stadio, le giovanili e il mercato. Un discorso a 360 gradi, sul quale gli Zhang hanno appoggiato l’opinione di Marotta su ogni punto. Intesa totale, dunque. Adesso manca solo l’accordo ufficiale, con la firma e il conseguente annuncio che dovrebbero diventare realtà entro il 15 dicembre. L’ex dirigente della Juventus, intanto, farà ritorno in Italia fra martedì e mercoledì. Stanco per il viaggio, ma con una valigia carica di stimoli ed aspettative: “Noi vogliamo tutti i migliori”, aveva detto Steven nel giorno della sua nomina a presidente. Presto potrebbe essere accontentato.

Fonte: SkySport

Commenti