Solari: “Eibar superato, faremo gara all’altezza”

Dimenticare al più presto la pesantissima sconfitta arrivata nell’ultimo turno in Liga contro l’Eibar e ritornare immediatamente sulla retta via. Obiettivi chiari per il Real Madrid, che contro la Roma si gioca il primo posto nel girone G di Champions League. Una gara delicatissima quella in programma martedì 27 novembre, alle ore 21, allo stadio Olimpico per i Blancos, chiamati ad una reazione immediata dopo il clamoroso tonfo in campionato. Lo sa bene Santiago Solari, che in conferenza stampa ha presentato il match contro la squadra di Di Francesco. “Contro la Roma dovremo fare una partita all’altezza della nostra storia in questa competizione – ha detto l’allenatore del Real Madrid -, come sempre facciamo in Champions. La sconfitta con l’Eibar è stato evidentemente un duro colpo, ma è già superato. Abbiamo analizzato quella gara, cercheremo di migliorare ciò che è necessario, dobbiamo fare quel che abbiamo già fatto nelle precedenti partite. Adesso siamo a Roma e giochiamo una partita valida per un’altra competizione, tutta la nostra concentrazione deve essere su questa gara”. 

Spalle larghe

Secondo Solari, comunque, il Real è pronto a rispondere immediatamente: “Un momento di fuoco per il Real Madrid? Ogni giorno che passa, qui, è di fuoco. Il Real ha dovuto superare molte prove di fuoco nella sua storia e, quando è caduto, si è sempre rialzato. Per questo motivo è il club più vincente della storia“. In chiusura una battuta su Isco, fin qui poco impiegato dall’argentino: “Lavora bene, così come i suoi compagni. E’ un giocatore molto importante – ha concluso Solari – e conto su di lui allo stesso modo in cui conto sugli altri 23 calciatori della rosa”.

Carvajal: “A Roma sarà battaglia, dimostriamo di avere gli attributi”

Non soltanto Solari, insieme all’allenatore del Real Madrid è intervenuto in conferenza stampa anche Dani Carvajal: “Domani ci attende una partita molto difficile – ha spiegato il terzino -, un’altra battaglia. Vogliamo arrivare primi e dobbiamo dimostrarlo. Come dice l’allenatore, dobbiamo dimostrare di avere gli attributi, ma allo stesso tempo dobbiamo mantenere la mente fredda e sapere come gestire le partite. La sconfitta con l’Eibar? Nel calcio, ormai, se non si dà il massimo chiunque ti può battere. Questo è il momento di parlare poco e fare molto. Adesso servono i fatti“.

Fonte: Sky

Commenti

Questo articolo è stato letto 65 volte