Tifoseria azzurra molto delusa dal mercato di De Laurentiis

Si è chiusa, ieri sera alle 22, la sessione estiva del calciomercato. La società partenopea poco prima del termine ha ceduto Simone Verdi al Torino che faceva la corte all’ex Bologna già da tempo. Finalmente  la telenovela Icardi è giunta al termine, l’attaccante argentino si è accordato con il Psg di Leonardo, grazie al prestito a titolo gratuito, con diritto di riscatto per 70 milioni di euro pattuito tra Il club nerazzurro e quello transalpino. Nessun botto finale, come prevedibile,  per il Napoli che con l’acquisto a parametro zero del trentaquattrenne Fernando Llorente ha messo la parola fine alla sua campagna acquisti. I tifosi azzurri, nonostante l’arrivo di Lozano e Manolas sono rimasti alquanto delusi dal mercato condotto dal presidente. Si attendevano, infatti, l’arrivo di James Rodriguez, pupillo di Ancelotti e di Icardi bomber di razza. Pertanto l’account Twitter del patron del  Napoli è stato letteralmente preso d’assalto: tantissimi sostenitori partenopei amareggiati per il mancato arrivo del colombiano, sbandierato ai quattro venti come certo, hanno commentato con insulti, improperi e offese l’operato di Aurelio De Laurentiis, reo di non aver  voluto accontentare l’allenatore emiliano, malgrado avesse affermato che questa campagna di rafforzamento  sarebbe stata del tutto  ancelottiana. Le appena  novemila tessere di abbonamento sottoscritte dalla tifoseria rappresentano la testimonianza che non c’è feeling tra la piazza ed il club, anche in virtù di una comunicazione troppo flebile. Ma non è un problema di oggi,  il Napoli, da tempo oramai  non è capace di risolvere la questione. Tutti, in città, sognavano una squadra che potesse competere realmente con i bianconeri per la conquista dello scudetto, sperando appunto sull’innesto di almeno due top player. Lo svincolato attaccante spagnolo non alimenta sogni di gloria e la rabbia in corpo degli appassionati si è subito manifestata sui social. A questo punto, alla ripresa del campionato, visto il malcontento che imperversa, per l’esordo casalingo degli azzurri, contro la Sampdoria, ancora un volta, lo stadio San Paolo non offrirà quello splendido colpo d’occhio di una volta.

Commenti

Questo articolo è stato letto 707 volte