Gli interventi Enzo Montefusco, Tiziano Crudeli e Massimiliano Esposito a Radio Marte

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Enzo Montefusco, allenatore.
“Nonostante infortuni e COVID-19 tutto sommato il Napoli ha fatto anche abbastanza bene ma io credevo che il Napoli potesse fare molto di più. Ora i problemi riguarderanno il come giocare e chi farà giocare Gattuso. Non si può parlare ancora di piani a fine campionato, non c’è ancora una identità di squadra. Penso che il Napoli, per la rosa e la mentalità che deve avere, deve mettere i calciatori al proprio posto”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Tiziano Crudeli, giornalista.
“Manchester? Ho vissuto tante partite, momenti esaltanti e anche meno. Però ero sempre vicino alla squadra. Oggi come oggi il Milan sta ripartendo puntando sui giovani, stasera ci saranno 5 giocatori nati nel 1999. Il rendimento altalenante del Milan è dovuto anche a questo fattore, una squadra soggetta ad alti e bassi. Sicuramente l’impegno di stasera comporterà un dispendio di energia che potrebbe avere una conseguenza contro il Napoli, che a me piace molto. A volte non mi spiego gli alti e bassi del Napoli. Ha avuto la seconda difesa del campionato, poi ha cominciato a subire gol. Se poi vado a vedere il fallo che ha fatto Manolas contro il Sassuolo rimango perplesso. Lui e Bakayoko sulla carta sono giocatori straordinari. Va detto che il Napoli ha 8 punti in più dell’anno scorso. Ma quello che mi sorprende sono le 8 sconfitte. Chi recupera Pioli per la sfida? Certezze non ce ne sono ma c’è la speranza di recuperare Rebic. Leao non è una punta, è un buon giocatore tecnicamente ma è in difficoltà. Calhanoglu? Difficile”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Massimiliano Esposito, ex calciatore del Napoli.
“Le prossime partite sono difficili ma anche alla portata del Napoli. La stagione è stata complicata, ora la squadra recupera giocatori e quindi speriamo che questi recuperi diano una mano sotto l’aspetto del gioco e dei risultati. Sono 3 partite fondamentali che faranno capire la stagione del Napoli. Non deve perdere nessuna delle 3, al massimo pareggiare se non addirittura vincere se vuole consolidare la sua posizione in chiave Champions League. Juventus? Pirlo deve fare esperienza, non si poteva pretendere chissà cosa. Ora riversando tutte le forze sul campionato può creare problemi ma il Napoli, a organico completo, può dare fastidio a chiunque”.

Commenti