Ci siamo, è il giorno di Italia – Inghilterra, gli azzurri a caccia di un sogno

Finalmente è arrivato il giorno più atteso di questi campionati europei, l’atto conclusivo di una manifestazione che ha decretato la caduta degli dei, proiettano in finale la rigenerata nazionale azzurra di Roberto Mancini che ha compiuto un vero miracolo, a prescindere da come andrà a finire stasera, e quella britannica che non assaporava una gioia simile da ben 55 anni. L‘Inghilterra, padrona di casa ha il pronostico dalla sua, avendo il grande sostegno dello strabocchevole pubblico amico, presente in 55 mila sugli spalti di Wembley, mentre soltanto tremila i tifosi italiani, residenti nel Regno Unito, che assisteranno al grande evento. Come saprete l’Italia ha vinto una sola volta questo trofeo continentale, era il 1968, quando gli azzurri alzarono la Coppa al cielo, all’Olimpico di Roma dopo aver battuto per 2 a 0 la Jugoslavia in una doppia partita. Pertanto i nostri azzurri questa sera alle 21 andranno a caccia di un sogno. A quanto pare l’allenatore italiano pensa di mandare in campo  formazione che ha battuto la Spagna in semifinale, ai rigori. L’unico dubbio per Mancini sta in attacco, confermare un evanescente Immobile o dare spazio ad uno scalpitante Belotti? Un interrogativo amletico di cui conosceremo la risposta solo stasera, poco prima del calcio d’inizio. Confermatissimi i due calciatori del Napoli, Di Lorenzo e Insigne. In casa inglese il ct Gareth Southgate, tenterà di imbrigliare gli azzurri  schierando un attacco con più movimento, per non dare punti di riferimento alla coppia centrale azzurra. Tuttavia ci potranno essere anche delle  sorprese ma conoscendo l’allenatore dell’Inghilterra, difficilmente opterà per dei cambiamenti tattici. Ma azzardiamo le due formazioni:

Inghilterra: Pickford; Walker, Stones, Maguire, Shaw; Phillips, Rice; Saka, Mount, Sterling; Kane. A disposizione: Ramsdale, Trippier, Mings, White, James, Grealish, Henderson, Foden, Bellingham, Sancho, Rashford, Calvert-Lewin. Ct: Gareth Southgate.

Italia: Donnarumma; Di Lorenzo, Bonucci, Chiellini, Emerson Palmieri; Barella, Jorginho, Verratti; Chiesa, Immobile, Insigne. A disposizione: Meret, Sirigu, Florenzi, Toloi, Acerbi, Bastoni, Locatelli, Cristante, Pessina, Bernardeschi, Belotti, Berardi. Ct: Roberto Mancini.

Per la cronaca la gara sarà diretta dall’olandese Kuipers, con cui la nostra nazionale non ha un grosso feeling: su quattro incontri L’Italia ha ottenuto un solo successo, 1 pari e 2 sconfitte. Scherzi del destino, l’unica vittoria con in campo l’arbitro dei paesi Bassi fu proprio contro l’Inghilterra in occasione del Mondiale brasiliano del 2014. L’Italia infatti si impose per 2 a 1. Un buon presagio? Mah!

 

 

 

Commenti