Gli interventi di Enzo Bucchioni e Giuseppe Marino a Radio Marte

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Enzo Bucchioni, giornalista.
“Maglie da gioco? Non so le motivazioni ma ormai c’è dietro un lavoro di marketing, magari il Napoli si aspettava di avere qualche sponsor maggiore. C’è stato un cambio di sponsor tecnico con Emporio Armani che ha fornito anche le divise per l’Italia alle Olimpiadi. Sicuramente c’è qualche ragione di marketing, ora magari la gente è un po’ distratta. La situazione è quella che è, i soldi non li ha nessuno, sia in Italia che in Europa. Il Chelsea ha 45 giocatori sotto contratto e magari si accorge che deve darne qualcuno in prestito o magari semplicemente abbassare le pretese. La speranza è di andare a prendere giocatori importanti pagandoli meno. La nottata passerà. Il Napoli potrebbe approntare la strategia di tenere inalterata la rosa dell’anno scorso. Se a Spalletti andassimo a chiedere questa cosa penso che lui risponderebbe di sì, lo ha detto anche nelle sue conferenze. Se guardiamo i numeri del girone di ritorno la squadra può competere per lo Scudetto. Folorunsho, Ciciretti e Contini via? Operazioni di contorno, per comprare si sta aspettando l’occasione giusta a fine mercato, ci sono tanti giocatori da rivalutare e non bisogna farsi prendere per la gola. Si fa bene ad aspettare l’occasione giusta con raziocinio per prendere un giocatore funzionali. Vedo squadre molto più indietro dal punto di vista del mercato. Il Milan ha perso Calhanoglu e dovrebbe preoccuparsi, sostituirlo non sarà facile. Griglia? Inter, Juventus e Milan, poi il resto”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Giuseppe Marino, allenatore Pescara femminile.
“Mi identifico in Bielsa e Zeman, che allenano dove c’è l’ispirazione. Spalletti è il gioco più verticale? L’ho notato e ho notato anche che abbiamo un allenatore pragmatico, vuole cucire al Napoli il vestito più adatto. Con un attaccante come Osimhen sarebbe assurdo giocare in orizzontale. Speriamo che gli automatismi vengano assorbiti il prima possibile, anche se quando una squadra gioca in determinato modo è difficile togliere certi concetti. La squadra è serena così come anche lo staff, quando c’è stata anche la dirigenza c’era un bel clima. Bisogna mettere un punto ai problemi del passato perché altrimenti si portano dietro scorie continue. Credo che noi tifosi in primis dobbiamo mettere in condizione lo staff del Napoli di lavorare e dobbiamo far stare tranquillo il tecnico e vedere ciò che si riesce a fare. A centrocampo serve un giocatore più completo di Bakayoko, difficile trovare giocatori alla Allan ma spero che il club lo trovi”.

Commenti