Serie A – Domani, a San Siro, scontro tra le due squadre più forti del campionato

Editoriale prepartita. Vigilia della supersfida al vertice della classifica Milan – Napoli, posticipo delle ore 20,45 della domenica calcistica di massima serie, valevole per la settima giornata, in cui si batteranno le due formazioni, attualmente, più in forma e più forti del torneo. Gli uomini di Spalletti sono nel capoluogo lombardo col morale alle stelle per le quattro vittorie di fila tra campionato e Champions League. e sono speranzosi di continuare il loro splendido momento. Ma gli avversari sono di tutto rispetto e mostrano il biglietto da visita di campioni d’Italia in carica; I rossoneri, dal canto loro, non perdono da ben 22 incontri e pur non essendoci più, giocatori di livello quali  Donnarumma, Calhanoglu, Kessiè e Romagnoli, da qualche anno a questa parte, sono ugualmente sulla cresta dell’onda, grazie al gran gioco di squadra e al forte entusiasmo che li contraddistingue, caratteristiche  che li hanno condotti  a vincere il tricolore numero 19 della storia. In questa stagione, però, anche i partenopei stanno dimostrando di avere grinta, personalità e voglia di mettersi in luce, visto che sono giovani affamati di successo, cosa che non si notava l’anno scorso. Per il Milan, i punti di forza sono Leao e Theo Hernandez, due calciatori di vero talento, in grado di agire sulla fascia sinistra come pochi altri al mondo. Domani il portoghese, tuttavia, non sarà disponibile, data la squalifica inflittagli dal giudice sportivo, il che potrebbe essere un grosso vantaggio per gli ospiti, i quali sono però, ancora orfani di Osimhen. Dunque, la partitissima del Meazza rappresenta uno scontro tra giganti del calcio italiano:  il fattore campo, forse, potrebbe incidere sul risultato finale del match, tanto è vero che solo per questo dato, i bookmakers danno un leggero vantaggio ai rossoneri. L’unica realtà è che vivremo una gara imprevedibile dove entrambe le contendenti giocheranno a viso aperto, prediligendo il gioco offensivo ed il palleggio. A mio avviso avrà la meglio la formazione che sarà in grado di fare meno errori nella fase difensiva.

Commenti