[VIDEO] Sudtirol-Benevento, parla mister Cannavaro: “Quello che non voglio vedere è il primo tempo contro l’Ascoli”

Fabio Cannavaro ha parlato della sfida che il Benevento giocherà domani contro il Sudtirol. Ecco quanto evidenziato dalla redazione PianetAzzurro:

Ci saranno calciatori importanti che non potranno scendere in campo. In questa settimana ho approfondito notizie che potevano servirmi. Abbiamo ancora un bel po’ di giocatori da recuperare e si è lavorato sull’ aspetto fisico e mentale. In campo andrà chi è al meglio. È importante la testa. La paura che ho visto nella scorsa gara, soprattutto nel primo tempo, è qualcosa che non mi piace. È l’ aspetto su cui stiamo lavorando. Domani abbiamo tutto da perdere. Se la vinci hai fatto il tuo dovere. In caso contrario avrai le critiche. Contro l’Ascoli, nella metà campo avversaria restavamo sempre molto stretti. Ci sono aspetti che dobbiamo sistemare e non bisogna trovare alibi.

Difesa a tre o quattro? Abbiamo soltanto tre difensori di ruolo. Vedremo.

Ho il compito di valutare l’ intera squadra ma ho già a disposizione una rosa che mi premette di fare un certo campionato. Ciano, Simy, Farias, sono calciatori che dovrò gestire. Ho a disposizione anche La Gumina, che rientra, ma non ho intenzione di rischiarlo. Devo pensare a domani e non al mercato.

Posso giocare in vari modi e adottare diverse soluzioni. Sarà importante la prestazione anche se la valutazione degli allenatori è legata al risultato. Per me è importante far capire al giocatore che attraverso la buona prestazione arriva il risultato. 

Improta può giocare esterno alto, come quinto, ha fatto anche la mezzala. Può essere paragonato a Fuser. Il gol subito domenica dipende da un errore che ho commesso io nel ragionare nella lettura di quella situazione. Avevo dato per scontato che i ragazzi attuassero determinati movimenti per quanto riguarda le distanze.

L’ allenamento a porte chiuse non è legato a nessun problema. Dalla prossima settimana ci sarà nuovamente.

Dobbiamo dare tutto e se gli altri sono più bravi gli daremo la mano. Ad Acampora chiedo di essere più veloce e posizionarsi meglio con la postura del corpo. È importante ma deve capire che bisogna giocare a due tocchi per essere più veloci.

Il Sudtirol è una squadra che gioca bene sull’ errore dell’ avversario. In attacco ha due giocatori che sono forti fisicamente. Sarà una bella partita ma molto dura.

Forte ha bisogno di un paio di settimane per recuperare.

Chi gioca nelle retrovie è colui che vede meglio la gara e deve dare consigli, indipendentemente dall’ esperienza. La scorsa gara abbiamo giocato con il 3-4-2-1 che ci faceva adottare Malesani, anche se non si è visto molto per la mancanza di alcuni movimenti. Ciano e Improta erano sempre sulla linea degli attaccanti e non venivano tra le linee. Alla mezzala, al di là di Paulinho, che nella mia esperienza all’estero ricopriva questo ruolo, chiedo di occupare gli spazi, accompagnare l’azione offensiva e andare a riempire l’area. E’ importante che uno dei centrocampisti, a turno, vada ad accompagnare l’azione.

Stiamo lavorando su alcuni concetti e sulla gestione della palla. 

Schiattarella sta cercando di trovare la migliore condizione. Ci può dare tanto e stiamo lavorando su tutti quei calciatori non hanno ancora una buona forma. Dal punto di vista dell’ aggressività non possiamo essere inferiori a nessuno. Questa è la base di tutto”.

Video conferenza stampa Fabio Cannavaro

Commenti
avatar

Claudio Donato

Claudio Donato, giornalista-pubblicista. Al suo attivo già diverse collaborazioni con varie testate giornalistiche.