EDITORIALE del Lunedì – E il Napoli torna a rimirar le stelle dall’alto dei sette punti di vantaggio sulle seconde

Editoriale del lunedì. Prendendo in prestito un famoso versetto del poema sacro di Dante, è giusto affermare che, dopo la vittoria all’inglese, per 2 a 0, al Ferraris, sponda blucerchiata, gli azzurri di Spalletti, in virtù del pari tra Milan e Roma, “tornano a rimirar le stelle” dall’alto dei sette punti di distacco dalle due inseguitrici in maglia rossonera e bianconera. Con questo risultato Di Lorenzo e Company si aggiudicano il titolo d’inverno, un titolo platonico che ovviamente non garantisce il successo finale, tuttavia conferma lo splendido cammino portato avanti, in Italia e in Europa, in questi mesi, dalla banda del tecnico toscano e statisticamente 6 volte su dieci la formazione detentrice di tale traguardo diventa campione d’Italia. Amen diranno a Napoli!  Ieri la compagine partenopea, in realtà, non ha entusiasmato più di  tanto, ciò nonostante, ha raggiunto l’obiettivo prefissato senza patemi d’animo, rischiando poco o nulla, vista pure la netta superiorità. In verità, diversi calciatori protagonisti assoluti della prima parte della stagione non sono ancora al top della condizione fisica e mentale, per esempio il georgiano Kvaratskhelia, brutta copia di quello che abbiamo conosciuto all’inizio. Ma tant’è, per ritrovare la forma migliore, basterà giocare altre due o tre partite e così  potrà tornare ai suoi livelli.. Stessa cosa dicasi per Politano che ha anche sbagliato il calcio di rigore assegnato dall’arbitro, dopo pochi minuti di gioco. Sembra quasi che il buon Matteo non riesca a scrollarsi di dosso l’ombra del vecchio Napoli dello scorso campionato. Oggi come oggi, quel triangolino tricolore di cui la SSCN si è fregiato soltanto due volte nella sua storia, rimane sospeso in questo step invernale  ma se il team di Spalletti  torna ad avere  l’armonia tra condizione fisica e spregiudicatezza dettata dalla grande volontà di spaccare il mondo, non ci sono rivali che tengano. Questo è l’auspicio della piazza di Napoli che, tra cinque giorni, riempirà in ogni settore,  gli spalti del Maradona per incitare i propri beniamini verso un’ulteriore vittoria fondamentale contro “l‘odiata” antagonista di sempre, la Juventus, tornata prepotentemente alla ribalta dopo un inizio di stagione fallimentare. Napoli vs Juventus rappresenta la madre di tutte le partite e a differenza degli ultimi campionati, questa volta è uno uno scontro diretto importantissimo in cui, in caso di successo azzurro, un altro mezzo scudetto potrà cucirsi sulle maglie dei calciatori napoletani. Il crocevia del titolo d’estate è proprio questo attesissimo big match. Passati indenni dallo scontro diretto di venerdì, i partenopei avrebbero la strada spianata davanti ed i loro milioni di sostenitori potrebbero realizzare un sogno che inseguono da oltre trent’anni.

 

 

 

Commenti