Moncalvo, Telese e Morra a Radio Napoli Centrale

Umberto Chiariello: “De Laurentiis fermati con i festeggiamenti, torna ad essere lucido: bisogna operare insieme”.

A Radio Napoli Centrale, nel corso di Un Calcio alla Radio Umberto Chiariello, è intervenuto con il suo editoriale: “Terminate le semifinali, 3 italiane in finale, una per competizione: non è mai accaduto, ma limitatamente a quando c’è stata la riforma e sono nate Champions ed Europa League. Quando c’erano Coppa UEFA e Coppa delle Coppe, fino all’alba dei ’90, in finale si arrivava spesso e volentieri. Da quando sono state istituite Champions, Europa e ora Conference, l’Italia non aveva mai portato in finale più di una squadra nelle competizioni europee. Adesso c’è l’Inter che l’ultima volta l’ha vista nel 2010, Mourinho che porta clamorosamente per il secondo anno di seguito la Roma in una finale di competizione europea e la Fiorentina che arriva in finale di Conference League sbancando in casa del Basilea. Chi ha toppato? L’indiziato era chiaro. Pur avendo una squadra che, come rosa, è tre volte più forte del Siviglia, pur non avendo fatto la peggior partita della stagione è andata fuori la Juventus. La Juventus è fuori da tutto. La Juventus non c’è, è da rifondare. Se ripartono da Allegri per motivi economici sono folli, dopo aver fatto una stagione fallimentare. Il Napoli, a tutte queste finaliste, ha dato tanti punti di vantaggio, ma è proprio a Napoli che è partita la schizofrenia. Spalletti pare voglia andare via, Kim pare stia trovando accordi con il Manchester United, Osimhen chi lo sa, Giuntoli è praticamente già via, Meret è dato per partente, smantelliamo tutto? Azzeriamo un progetto vincente? Vediamo le avversarie. L’Inter squadra vecchia, può fare un miracolo col City, ma non ha soldi e perde Skriniar a parametro 0, Lukaku costa troppo; il Milan ha fatto la peggiore campagna acquisti, Maldini e Massara rischiano il posto, Pioli on fire pure; Mourinho potrebbe salutare, alzare una coppa col Siviglia è complicatissimo; la Lazio sta per perdere un pezzo pregiato come Milinkovic-Savic; l’Atalanta si è ridimensionata. Il Napoli potrebbe aprire un ciclo, ma a patto che si trovi un nucleo: presidente, direttore sportivo e allenatore. Se va via il direttore sportivo, ancora ancora, ma sento parlare di Benitez, De Zerbi, non riesco ad immaginare un Napoli che si smantella e riparte. È vero che De Laurentiis può ripartire, ma una cosa è proseguire su un binario ben delineato, un’altra è ripartire da zero. Tanti rumors insieme sono preoccupanti, ma per il momento fingo di non sentire, di non sapere, attendo e aspetto, perché l’anno scorso si è parlato troppo e si è capito successivamente che si è operato benissimo. Adesso sembra esserci catastrofismo puro, ma attendo, di certo la piega che leggo il Napoli sta prendendo non mi piace, comincio a preoccuparmi seriamente. De Laurentiis fermati con i festeggiamenti, torna ad essere lucido: via i personalismi, l’orgoglio, bisogna operare insieme, condividere obiettivi, strategia e mission. Ognuno faccia la sua parte: se questo è, il Napoli davvero apre un ciclo, ma che non si sfasci tutto, significherebbe azzerare un vantaggio importantissimo”.

Gigi Moncalvo: “Quest’anno la Juventus ha fatto ridere. Siamo ostaggio di Allegri”.

A Radio Napoli Centrale, nel corso di Un Calcio alla Radio di Umberto Chiariello, è intervenuto Gigi Moncalvo, giornalista e scrittore: “A Napoli avete un gioco fantastico, un allenatore che tutti vi invidiano e sento preoccupazione: alla Juventus che dovrebbero dire che hanno un allenatore che dice che l’annata della sua squadra è stata folkloristica? Che ha avuto una sessione di mercato di villeggianti? A livello europeo non valgono niente, il Siviglia li ha messi sotto anche a Torino, chi dovrebbe sentirsela di venire a giocare a Torino l’anno prossimo, se non a prezzi esorbitanti che non possono permettersi? Quest’anno la Juventus ha fatto ridere. John Elkan ha dato tutta la responsabilità ad Allegri, la persona meno indicata, poi ha chiamato Francesco Calvo: lì dentro non abbiamo speranze. Andrea Agnelli conta ancora nella Juventus? C’è una cosa molto grave, su cui lancerei un appello all’ufficio indagini: tra i 5 squalificati e inibiti dai 16 mesi in su, c’è Cherubini che continua ad operare nella Juventus, data da una dichiarazione recente nel corso di una conferenza stampa, in cui Allegri dice che continua a coordinarsi con lui. La protervia, la supponenza, neanche il pudore di edulcorare, addolcire. Come fa a liberarsi di Allegri la Juventus? Siamo ostaggi (ride, ndr). Per quanto riguarda Giuntoli, dovrebbe pensarci qualche attimo in più prima di lasciare il Napoli e andare di là”.

Luca Telese: “Catenaccio disperato della Roma. Allegri un gigante”.

A Radio Napoli Centrale, nel corso di Un Calcio alla Radio di Umberto Chiariello, è intervenuto Luca Telese, giornalista LA7: “La partita della Roma di ieri è stata drammatica. Una specie di catenaccio, non Trapattoniano, è poco, molto disperato. Napoli di Spalletti? Il Napoli è arrivato col fiatone. Spalletti ha un ego che va chiuso in un hangar, ora ha vinto lo scudetto e starà girando col mappamondo in mano per capire dove vuole andare. Penalizzazione Juve? Oggi pensavo che veramente si è rivelato un gigante Allegri. Vorrei capire chi altro avrebbe retto il timone con una squadra così”.

Fabio Morra: “Arillo e Fortino due assenze importanti. Pescara la squadra più pericolosa”.

A Radio Napoli Centrale, nel corso di Un Calcio alla Radio di Umberto Chiariello, è intervenuto Fabio Morra, addetto stampa Napoli Futsal: “Concedere due assenze agli avversari, come quella di Arillo e Fortino, è stato pesante. Devo dire, però, che questa squadra si è ripresa. Mi sono piaciute tante le parole di Cacau in conferenza ieri che ha celebrato la sua squadra, in particolare Honorio che è stato un po’ ai margini e invece si è ritrovato. Il Feldi Eboli è un po’ in flessione da un punto di vista fisico, ma ha dei giocatori che fanno sempre la differenza se stanno bene in partita. Il Napoli Futsal è arrivato a questa fase della stagione vincendo la regular season con grande forza. Festa scudetto anticipata? In questo momento, per me Pescara è la squadra più difficile da battere. L’Olympus Roma è una signora squadra, a volte ha delle défaillance in difesa, ma ha giocatori straordinari. Finali scudetto? Ci sono date approssimative, dal 12 giugno in poi, credo”.

Commenti
avatar

Vincenzo Letizia

Giornalista sportivo, nasce a Napoli il 16/02/1972. Tante le esperienze professionali: collaboratore dei quotidiani “IL TEMPO”, “NAPOLI NORD”, “LA VERITA'”, “DOSSIER MAGAZINE”, “CRONACHE DI NAPOLI”, dei mensili “L’OASI” e “IL VOMERESE”. Corrispondente da Napoli del quotidiano “IL GOLFO”, redattore del periodico “CORRIERE DEL PALLONE”, direttore editoriale del settimanale di scommesse sportive 'PianetAzzurro FreeBet'. Responsabile dei servizi sportivi del “CORRIERE DI CASERTA”. Tra i collaboratori del ‘laboratorio di giornalismo e di comunicazione’ diretto da Michele Plastino. Inviato della trasmissione radiofonica “ZONA MISTA” in onda su CRC targato Italia. Più volte ospite alle trasmissioni televisive “Campania Sport” e “PANE E PALLONE” in onda su Canale 21, “ULTRAZOOM” in onda su TCS, “TRIBUNA Sport” in onda su Televomero, “Sotto Rete” in onda su TLA. Ideatore ed opinionista della trasmissione WEB/RADIO 'MONDO CALCIO' andata in onda sulla Tele5 Napoli tutti i lunedì alle 18,00 e i venerdì alle 21,30. Ha curato ogni sabato pomeriggio, intorno alle ore 16,30, la rubrica radiofonica su 'RADIO PUNTO ZERO' (FM 102.00) 'LA BOLLETTA' all'interno del seguitissimo programma 'Zero Magazine' in onda dalle 16:00 alle 19:00 (su www.rpz.it in Live Streaming). Ideatore e conduttore del programma TV 'CALCIOMERCATO & SCOMMESSE MONDIALI' andato in onda su Area Blu TV durante il Mondiale sudafricano. Opinionista fisso del programma TV 'AREA AZZURRI' in onda tutti i martedì alle ore 21 sul digitale terrestre 'AREA BLU TV'. Ospite fisso della trasmissione "SORRISI E PALLONI" in onda su Radio Punto Nuovo e su Capri Event TV. Opinionista della trasmissione televisiva "NAPOLI CALCIO LIFE" in onda su Capri Event TV e TeleCapri Sport. Autore e produttore della trasmissione televisiva "PIANETAZZURRO TV" in onda su RTN. ATTUALMENTE: presidente dell'associazione giornalistica AGiCaV; direttore editoriale del periodico cartaceo “PIANETAZZURRO” ; direttore generale dell'omonimo portale sportivo www.pianetazzurro.it , del sito di cronaca e intrattenimento www.campaniaveritas.it e della guida gastronomica www.golosando.eu