NEWS

Martino, Mutti, Vigliotti, Agostini, Caiazza, Specchia, Cannavaro, Caruso, Ceci a Kiss Kiss Napoli

Carmine Martino, giornalista, ha rilasciato un’intervista a Radio Goal, in diretta su Kiss Kiss Napoli: “Credo che Anguissa giocherà con l’Atalanta, perchè credo sia un giocatore che piacerà molto a mister Mazzarri per le sue caratteristiche”.

Bortolo Mutti, allenatore, ha rilasciato un’intervista a Radio Goal, in diretta su Kiss Kiss Napoli: “Mazzarri è la persona giusta per riequilibrare una certa situazione. E’ un allenatore esperto, conosce bene l’ambiente, è ben voluto, ha esperienze importanti, ma è chiaro che anche la squadra deve dare una riposta importante. L’Atalanta difficilmente cambia atteggiamento, il 3-4-1-2 è una consuetudine e poche volte è passato alla difesa a 4. Gasperini affronterà il Napoli in base alle sue intenzioni, non stravolgerà molto il suo modo di essere. Corsa scudetto? L’Inter ha una grande chance perchè il Napoli s’è smarrito in questo avvio di stagione, la Juve è ancora un’incognita e non ha i valori dell’Inter. Il Napoli ha un potenziale offensivo incredibile e può innescare una serie di vittorie che potrebbero riportare equilibrio. Se il Napoli si ritrova può essere l’antagonista dell’Inter. Raspadori? E’ immarcabile in certe zone del campo, lo abbiamo visto anche in nazionale. Fa solo fatica ad esser presente in area. Affiancarlo ad Osimhen sarebbe qualcosa di incredibile, ma dovresti giocare con un 4-4-2 o un 3-5-2”.

Gianluca Vigliotti, giornalista, ha rilasciato un’intervista a Radio Goal, in diretta su Kiss Kiss Napoli: “Raspadori o Scamacca? Spalletti s’affida a Raspadori, l’ha dimostrato anche con l’Ucraina schierandolo titolare ancora una volta. Nel primo tempo Raspadori non arriva, per un unghia, al goal sul passaggio di Chiesa. Sarebbe stato il giusto premio per lui, poi avrebbe eliminato tutte le polemiche che hanno accompagnato questa situazione. A me Scamacca piace tanto, ha fatto una scelta non scontata quando l’Inter l’aveva preso ma lui decise di andare a prendersi una maglia da titolare all’Atalanta. E’ un centravanti completo, ha bisogno di continuità. Io mi tengo il nostro Raspadori, ma Scamacca non è niente male, anzi. A Bergamo giocherà Olivera a sinistra per l’infortunio di Mario Rui, credo giochi anche Anguissa che rientrerà oggi. Ho segnali d’ottimismo su Zielinski. In attacco dico Raspadori, non credo Mazzarri rischi subito Osimhen”.

Massimo Agostini, dirigente sportivo, ha rilasciato un’intervista a Radio Goal, in diretta su Kiss Kiss Napoli: “Raspadori o Scamacca? Dipende dall’impostazione di gioco e da come la sviluppi. Se giochi molto sulle fasce è più utile Scamacca in area di rigore. Se poi vuoi giocare senza dar punti di riferimento allora Raspadori è perfetto. L’arrivo di Mazzarri? La durata del contratto e l’accettazione di mettersi in gioco ha fatto la differenza, altri allenatori avrebbero chiesto garanzie anche per i prossimi anni. Mazzarri è un anno e mezzo che è fuori dal calcio italiano. Nel Napoli c’è un’unica persona che comanda che è De Laurentiis, ciò che fa l’ha sempre fatto bene e bisogna credergli”.

Salvatore Caiazza, giornalista de Il Roma, ha rilasciato un’intervista a Radio Goal, in diretta su Kiss Kiss Napoli: “Mazzarri ha studiato il calcio di Spalletti nel tempo che ha avuto a disposizione. Lui adora la difesa a tre e quindi è stata una novità, come se se la sentisse che sarebbe arrivata una chiamata da De Laurentiis. Arriva un allenatore carico, stimolato e stimolante, dà la carica giusta e soprattutto riesce a dare una didattica alla squadra. Con Garcia la squadra era depressa dal punto di vista degli allenamenti dopo due anni di scuola con Spalletti dal punto di vista tattico. Mazzarri dovrà dare a questi giocatori gli stimoli giusti per allenarsi bene, poi la squadra è forte, non è quella di 13 anni fa. Aspettavamo la notizia che Osimhen lavorasse in parte col gruppo, ma se anche domani si allenerà completamente col gruppo potrebbe anche andare in panchina a Bergamo. Spero che anche Zielinski possa recuperare da questa tonsillite. I medici della Polonia ci avevano fatto temere il peggio con la notizia dell’angina”.

Paolo Specchia, allenatore, ha rilasciato un’intervista a Radio Goal, in diretta su Kiss Kiss Napoli: “Non so cos’abbia preparato Mazzarri per la gara di Bergamo. Il Napoli è una squadra sana, fatta da ragazzi meravigliosi, mi aspetto che a Bergamo facciano una partita solida. L’Atalanta è un viatico importante per il Napoli, ci sarà un poker di partite serie e parte tutto da Bergamo. Secondo me la prossima gara sarà ancora più significativa perchè Mazzarri ha lavorato con pochi uomini in questa settimana”.

Fabio Cannavaro, allenatore, ha parlato del Centro Paradiso alla stampa presente in loco e di conseguenza a Radio Goal, in diretta su Kiss Kiss Napoli: “Ho iniziato i miei primi anni qui al Centro Paradiso, qualche anno fa cercai di riacquistarlo per ridargli vita. In questi mesi abbiamo pulito, ora stiamo cercando di prendere le misure per fare un bel progetto. Voglio dare una struttura ai giovani dove possono giocare e cercare di dar vita ad una struttura del genere vuol dire provare a tirarli fuori dalle case tra i videogiochi. Venivo al Centro Paradiso e la prima cosa che voleva fare era quella di vedere Maradona. Sono cresciuto calcisticamente qui, l’ho marcato negli allenamenti. Adesso le cose son cambiate, ma questa struttura va ripristinata. Contatti col Napoli? Nessun contatto, io e Paolo siamo andati al Maradona con l’Empoli perchè è una cosa che facciamo spesso. Il Napoli con Mazzarri? La squadra è forte, con Garcia s’era perso quel modo di giocare che piaceva un po’ a tutti. Il Napoli aveva abituato a mettere sotto gli avversari con o senza palla. In questi mesi queste caratteristiche si son perse. La squadra è ancora forte, c’è un allenatore che conosce l’ambiente e tutti si aspettano che il Napoli torni a far divertire i tifosi. L’Italia agli Europei? Spalletti, dopo la vittoria dello scudetto, è il miglior allenatore che c’era in circolazione e la Federazione fece bene a sceglierlo. Lo chiamo ‘vecchietto’, ma ha un modo di giocare moderno e s’è visto con l’Italia. La mia carriera? Le prime volte che entravo qui dentro lo facevo con una vespa che era di mia moglie, poi con la mia, poi con la Fiat Uno e poi una cabrio. C’era Boskov e lui mi disse, sei troppo bello, ti devo controllare (ride ndr.). Nella mia carriera ho sempre cercato di migliorarmi ed alzare l’asticella. Sapevo che non avendo caratteristiche da fenomeno dovevo lavorare tanto. Centro Paradiso come un museo di Maradona? Non escludo nulla, mi concentro sul campo e poi al resto ci penso. Sto ricevendo tante idee e tante offerte, ma vedremo. Credo che la cosa più giusta sia di mettere il museo di Maradona all’interno di uno stadio nuovo. Minori disagiati? Con la fondazione abbiamo diversi progetti, ci son tantissime cose da fare. Ora mi concentro sulla ristrutturazione di questa struttura. Kvaratskhelia potenziale Pallone d’Oro come dice Buffon? Ha caratteristiche da giocatore unico, da giocatore top. Deve crescere, deve capire che sette o otto mesi non bastano, c’è bisogno di continuità e di crescere. Mazzarri? Lo diranno i risultati se è l’uomo giusto, le prossime gare non saranno facili. Gli faccio un grandissimo in bocca al lupo. Futuro Centro sportivo del Napoli? Non sarà questo”.

Ciro Caruso, agente di calciatori, ha rilasciato un’intervista a Radio Goal, in diretta su Kiss Kiss Napoli: “Il Centro Paradiso non poteva finire nelle mani migliori che sono quelle di Fabio (Cannavaro ndr.). Fabio l’ha preso affinchè tanti ragazzi possano sognare nel tempio di Diego Armando Maradona. Non vi dico quanto mi emoziono se ripenso alla mia gioventù lì al Centro Paradiso. Mazzarri? Il Napoli ha i mezzi per ripetere la scorsa stagione o per venir fuori da questa brutta situazione. C’era la possibilità che Fabio potesse prendere il suo Napoli oltre che il Paradiso. Fabio ci è andato vicino e mi è dispiaciuto non vederlo sulla panchina del Napoli. Almeno è venuto Mazzarri che conosce benissimo la piazza e può riaccendere la fiammella che s’era rimpicciolita”.

Stefano Ceci, ex manager di Diego Armando Maradona, ha parlato a Radio Goal, in diretta su Kiss Kiss Napoli: “Marinavo la scuola per venire qui al Centro Paradiso per vedere Maradona. Diego deliziava chi aveva la fortuna di vedere le sue gesta durante la settimana. Ricordo che Bianchi decideva di non aprire i cancelli e Maradona s’opponeva per far sì che in tanti potessero vedere gli allenamenti. Napoli è fucina di talenti di calcio e per abbracciare questo progetto del Centro Paradiso devi solo amare il calcio. Cannavaro non vuole spezzare quel cordone ombelicale che c’è tra Napoli e Maradona. Mazzarri? Napoli ha bisogno di uno scossone, Napoli ha i mezzi per rifare la storia di un campionato che sembrava chiuso”.

Commenti
Segui il canale PianetAzzurro.it su WhatsApp, clicca qui
avatar

Vincenzo Letizia

Giornalista sportivo, nasce a Napoli il 16/02/1972. Tante le esperienze professionali: collaboratore dei quotidiani “IL TEMPO”, “NAPOLI NORD”, “LA VERITA'”, “DOSSIER MAGAZINE”, “CRONACHE DI NAPOLI”, dei mensili “L’OASI” e “IL VOMERESE”. Corrispondente da Napoli del quotidiano “IL GOLFO”, redattore del periodico “CORRIERE DEL PALLONE”, direttore editoriale del settimanale di scommesse sportive 'PianetAzzurro FreeBet'. Responsabile dei servizi sportivi del “CORRIERE DI CASERTA”. Tra i collaboratori del ‘laboratorio di giornalismo e di comunicazione’ diretto da Michele Plastino. Inviato della trasmissione radiofonica “ZONA MISTA” in onda su CRC targato Italia. Più volte ospite alle trasmissioni televisive “Campania Sport” e “PANE E PALLONE” in onda su Canale 21, “ULTRAZOOM” in onda su TCS, “TRIBUNA Sport” in onda su Televomero, “Sotto Rete” in onda su TLA. Ideatore ed opinionista della trasmissione WEB/RADIO 'MONDO CALCIO' andata in onda sulla Tele5 Napoli tutti i lunedì alle 18,00 e i venerdì alle 21,30. Ha curato ogni sabato pomeriggio, intorno alle ore 16,30, la rubrica radiofonica su 'RADIO PUNTO ZERO' (FM 102.00) 'LA BOLLETTA' all'interno del seguitissimo programma 'Zero Magazine' in onda dalle 16:00 alle 19:00 (su www.rpz.it in Live Streaming). Ideatore e conduttore del programma TV 'CALCIOMERCATO & SCOMMESSE MONDIALI' andato in onda su Area Blu TV durante il Mondiale sudafricano. Opinionista fisso del programma TV 'AREA AZZURRI' in onda tutti i martedì alle ore 21 sul digitale terrestre 'AREA BLU TV'. Ospite fisso della trasmissione "SORRISI E PALLONI" in onda su Radio Punto Nuovo e su Capri Event TV. Opinionista della trasmissione televisiva "NAPOLI CALCIO LIFE" in onda su Capri Event TV e TeleCapri Sport. Autore e produttore della trasmissione televisiva "PIANETAZZURRO TV" in onda su RTN.ATTUALMENTE: presidente dell'associazione giornalistica AGiCaV; direttore editoriale del periodico cartaceo “PIANETAZZURRO” ; direttore generale dell'omonimo portale sportivo www.pianetazzurro.it , del sito di cronaca e intrattenimento www.campaniaveritas.it e della guida gastronomica www.golosando.eu