NEWS

Fontana, Christillin, Boniek, De Maggio, Mandarini, Brambati, Russo, Bucciantini, Ugolini, Carta, Da Vinci, Bonolis a Kiss Kiss Napoli

L’ex portiere Alberto Fontana è intervenuto ai microfoni di Kiss Kiss Napoli nel corso della trasmissione “Il calcio della sera” condotto da Emanuele Calaiò e Fabio Cannavo: “Pensavo che l’Inter non riuscisse a digerire le partenze eccellenti della scorsa estate, invece è sicuramente la squadra più forte del campionato di Serie A. Il Napoli era in una situazione difficile, e Mazzarri è partito con un trittico di partite complicatissimo. Non mi aspettavo un risultato così netto, però ci può anche stare se poi ti sbilanci per cercare di riaprire la gara e magari lasci troppi spazi alle spalle. Meret? Sono un suo fan, l’anno scorso annata fantastica, e forse non è stata sottolineata nel modo giusto, ma stando a Napoli spesso possono arrivare le critiche. Io lo continuo a vedere più affidabile di Gollini, e il Napoli ha avuto delle difficoltà che hanno inciso sul suo rendimento, ma Mazzarri saprà come rimettere le cose apposto nonostante questo sia un campionato davvero complicato. Logico che alcuni feeling nascono subito, e se Meret dovesse decidere di lasciare Napoli avrebbe soltanto da scegliere. Ma anche il Napoli è piazzato bene perché ha Gollini ma anche il promettente Caprile. L’importante è che ci sia chiarezza, non ci si può sentire sempre sotto esame, perché poi le qualità sono indubbie, anche quando le cose non girano bisogna riconoscere sempre il suo talento puro. Il fattore dell’allenamento e della preparazione alle partite può incidere sul rendimento di un portiere. Mondonico? Inizialmente un rapporto travagliato, ma lui sempre sincero e diretto. Questo mi ha fatto crescere la stima e l’affetto nei confronti di una persona che mi ha aiutato in un momento difficile”.

Evelina Christillin, membro aggiuntivo UEFA nel Consiglio della FIFA, è intervenuta quest’oggi sulle frequenze di Kiss Kiss Napoli rilasciando alcune dichiarazioni a Radio Goal: “La Juve ha un livello di cinismo elevatissimo, credo che contro il Napoli osi qualcosa in attacco rispetto alle ultime partite. Chissà se poi a segnare saranno sempre i difensori. Spero che contro il Napoli i bianconeri possano ritrovare anche il miglior Vlahovic che troppo spesso è falcidiato da infortuni e non ha ancora fatto vedere tutto il suo potenziale. Il Napoli? Non ha ancora lo scudetto scucito dal petto, mi sembra prematuro ed anche ingiusto affermarlo. Non dimentichiamoci che Osimhen è stato fuori per un po’, questo mi sa che ha influenzato il il rendimento stagionale. Nulla è perduto. Garcia è stata una scelta di De Laurentiis e non è stata una scelta giusta. Mazzarri è tornato dopo 10 anni. Lo scudetto è stata una bella ubriacatura, ma poi ci si sveglia con il mal di testa, però poi ci si riprende e si va avanti”.

Zibi Boniek è intervenuto quest’oggi sulle frequenze di Kiss Kiss Napoli rilasciando alcune dichiarazioni a Radio Goal: “Credo che il sorteggio del girone dell’Italia sia stato un bene per gli azzurri, basti pensare a quello che hanno provato Spagna e Croazia quando hanno pescato i campioni d’Europa in carica. Secondo me gli azzurri avranno ottime possibilità di passare il turno e difendere il titolo. Se avessi giocato nel Napoli quando ero calciatore? Non si è mai presentata l’opportunità però mi sarebbe piaciuto di stare nella stessa squadra con Maradona, il più forte di tutti i tempi. Juventus-Napoli? Il Napoli gioca bene ed è molto sfortunato. Anche con l’Inter mi è piaciuto moltissimo nonostante la sconfitta. Se Zielinski dovesse arrivare allo svincolo farebbe gola a tantissime squadre, non so perchè si è arrivati a questa situazione e non ho mai approfondito perché non ho sentito Piotr. Poi il calciatore ha anche il diritto di andare allo svincolo. Non ho mai parlato con lui a tal proposito, però il calciatore è fortissimo ed ha ancora tanto ancora da dire”. 

Valter De Maggio, direttore di Kiss Kiss Napoli, ha parlato a Radio Goal quest’oggi: “Natan è stato comprato come sostituto di Kim, ma mi sono permesso di dire che non è pronto per una squadra campione d’Italia. Gli auguro di migliorare, ma oggi non è all’altezza ed il Napoli avrebbe dovuto prendere un difensore esperto al posto di Kim. Dicevano che Natan non giocava perchè non conosceva la lingua, ma erano della cazzate clamorose. Kim non parlava l’italiano e diventò determinante dopo pochi giorni”. 

Fabio Mandarini, giornalista del Corriere dello Sport, ha rilasciato un’intervista a Radio Goal, in diretta su Kiss Kiss Napoli: “Il Napoli adesso deve darsi una svegliata e ciò che mi ha lasciato perplesso domenica, al di là del crollo fisico, è stato vedere una squadra un po’ demoralizzata dopo il secondo goal subito. Un buon Napoli nei primi 40 minuti, sarebbe andata benissimo se il Napoli avesse segnato. Una squadra come il Napoli non si può accontentare di una bella sconfitta, non ho visto un Napoli padrone della partita. Barella si è fatto 45 metri di corsa da solo, ha tagliato in due il Napoli. Natan? Può migliorare con un allenatore che gli insegni la postura ed altre cose. Ricordo che Maurizio Sarri che insisteva con Albiol sulla postura e sulla marcatura. Per la sostituzione di Kim avrebbero sfigurato un po’ tutti e non condanno in toto Natan, però ritengo che si sia trovato in un contesto già molto carente nella fase difensiva. Il filtro del centrocampo manca e il goal di Barella è la conferma di ciò che vediamo da inizio anno. Natan sta pagando anche questo tipo di disorganizzazione difensiva. Spalletti? Vi racconto un aneddoto, la sera di Napoli-Fiorentina, con la festa, io abito in centro a Napoli e lo incontro ritornando a casa. Lui era con la sua famiglia e coi suoi amici, passeggiava serenamente ed io gli faccio i complimenti. Lui si siede al bar, nel frattempo sono arrivate duecento persone e lui ha fatto duecento foto. Ha scambiato una parola con tutti e scattato foto con tutti”.

Massimo Brambati, ex calciatore, ha rilasciato un’intervista a Radio Goal, in diretta su Kiss Kiss Napoli: “Natan non è pronto, Napoli è una piazza importante e sulla maglia c’è uno scudetto. A mio avviso portare questa maglia non è facile, non è come giocare nell’Empoli e nel Verona. Ricordiamoci però che, tutti i calciatori, crescono molto anche a livello tecnico tanto a seconda dell’allenatore che c’è. Skriniar, quando è stato consegnato ad Antonio Conte è esploso. Kim è arrivato già con attitudini importanti e grandissima predisposizione, ma è stato facilitato dal fatto che ci fosse Spalletti in panchina. Il difensore meno forte sulla carta cresce se ha di fianco un difensore forte. Bonucci senza Chiellini è sempre stato un difensore con grandissime pecche. Menomale che a Napoli c’è Mazzarri. Garcia non era l’uomo giusto a Napoli, per fortuna è stato allontanato ed avrà fortune in altri posti. Però continuo a sostenere che l’anno scorso il Napoli è stato come una moto truccata dal meccanico Spalletti. Lui è riuscito a far sì che tutti i giocatori dessero il 120% e l’attenzione di ciò che diceva nello spogliatoio era catalizzatore per i calciatori”. 

Valentino Russo, tatuatore, ha rilasciato un’intervista a Radio Goal, in diretta su Kiss Kiss Napoli: “Spalletti voleva tatuarsi solo il logo del Napoli, poi abbiamo cambiato idea ed abbiamo fatto sia lo scudetto che il logo del Napoli. E’ stata una mia idea realizzarlo in quel modo ed a lui è piaciuto. Ho tatuato tantissimi calciatori, ma lui mi è rimasto nel cuore, è una persona speciale. Se penso a lui mi vengono i brividi perchè è un uomo spontaneo e mi piace molto. Sono onorato di averlo tatuato. Trasmette tantissimo già solo quando apre bocca, ti prende. E’ stato emozionante conoscerlo. Dopo il tatuaggio mi ha portato a cena e lui quella sera aveva una cena con un dirigente, ma scelse di venire a cena con me. Penso farà anche un altro tatuaggio, l’ultima volta che ci siamo visti mi ha fatto un sacco di complimenti e mi ha detto ‘sicuramente ci rivedremo’. Mi invitò alla festa che fece a casa sua nella fattoria, ma mi disse ‘non ti preoccupare, ci vedremo presto perchè vorrei fare anche tatuaggi'”.

Marco Bucciantini, giornalista, ha rilasciato un’intervista a Radio Goal, in diretta su Kiss Kiss Napoli: “Spalletti è un tipo molto particolare, molto pronucnaito per sè stesso, ma si è incastrato bene nella città di Napoli, l’ha capita bene. Poi ci ha messo le sue idee e chi offre tutto sè stesso a Napoli ci resta per sempre, come ha fatto anche Maradona. Il Napoli, in questi anni, ci ha abituato a vedere un bello spettacolo. Una squadra sempre proprietaria del campo e della palla, s’è esibito così e questo racconta anche perchè quest’anno, contro un certo tipo di avversario, non ci sono state soddisfazioni. Offrirsi così alle squadre più forti può essere rischioso, ma il Napoli deve rimpiangere le gare e i punti persi con squadre come Genoa ed Empoli. Il Napoli deve ritrovare un riconoscimento nel lavoro settimanale con Mazzarri. Con Mazzarri si può costruire un’emozione condivisa che diventa squadra, poi lì si tornerà a fare grandi partite contro grandi squadre. Sapevamo che l’Inter, se gli lasci una fessura, entra un uragano in casa. E’ una squadra che contrattacca con una velocità e duna personalità straripante. E’ persino bella quando si apre il campo l’Inter. Le cose positive per il Napoli sono due, il Napoli è migliorato dal punto di vista dei tiri in porta subiti, poi ha imparato a soffrire insieme e non più in modo individuale”.  

Massimo Ugolini, giornalista Sky, ha rilasciato un’intervista a Radio Goal, in diretta su Kiss Kiss Napoli: “Il Napoli sta valutando se andare sul mercato a gennaio o meno, è una situazione da condividere con l’allenatore e bisogna lasciare il tempo a Mazzarri di avere le idee chiare sulle operazioni da fare in corsa. Forse l’esterno, come sembrava, non verrà più cercato. Mario Rui dovrebbe tornare per il Cagliari, per Olivera ci vorrà più tempo, tipo a metà gennaio. Questa sarà la prima settimana tipo a disposizione di Mazzarri per lavorare, questa squadra sta pagando lo scotto di dover inseguire con le gambe e con la testa. E’ una pressione che devi imparare a gestire, non sei più lepre, ma inseguitore. Il calendario non ha aiutato Mazzarri, poi i progressi ci sono stati. La gara di Torino è quella giusta per vedere quali sono i margini di questa squadra”.

Marco Carta, cantante, ha rilasciato un’intervista a Radio Goal, in diretta su Kiss Kiss Napoli: “In passato simpatizzavo per la Roma, ma mi è un po’ passata questa cosa. Non me ne intendo di calcio, ma se c’è un amore è quello dove sei nato e cfresciuto, anche quando la nave affonda. Il Cagliari non è una squadra fortissima, ma è tornato in Serie A e spero faccia bene”.

Sal da Vinci, cantante, ha rilasciato un’intervista a Radio Goal, in diretta su Kiss Kiss Napoli: “Avevo dei dubbi con Garcia, ma con Mazzarri è diverso. Sta ereditando un momento di sbandamento di una squadra che ha fatto qualcosa di irripetibile l’anno scorso. Mazzarri sta rimettendo in sesto la macchina che è la stessa, o quasi, di quella dell’anno scorso. Siamo partiti male, adesso dobbiamo recuperare e il calendario non ha aiutato così come gli errori arbitrali. Il Napoli s’è espresso bene nella prima parte di gara contro l’Inter, ma oggi va raddrizzata la barca. Va data fiducia alla squadra e a Mazzarri”.

Paolo Bonolis è intervenuto quest’oggi sulle frequenze di Kiss Kiss Napoli rilasciando alcune dichiarazioni a Radio Goal: “Bella la vittoria dell’Inter sul Napoli. Tira un’arietta per i nerazzurri, la squadra è molto forte, ma non c’è solo l’Inter. Questa è una fase delicata di questo campionato: ci sono la Juve ed il Napoli che hanno dei valori molo alti, anche il Milan se non avesse tutti questi infortuni se la giocherebbe fino alla fine. Ora siamo entrati nella fase decisiva di questa serie A. Le coppe saranno una discriminante molto importante per l’esito finale. Il Napoli? Mi fido di Mazzarri, è un ottimo allenatore, ma quando arrivi in corsa è difficile, vedo che sta ricollocando la squadra rimodellando il Napoli con quei ritmi e quei movimenti che la squadra aveva metabolizzato con Spalletti. Garcia che è un otttimo allenatore che però voleva intraprendere una soluzione tattica diversa. La squadra poi credo che avevesse una sorta di appagamento per lo scudetto”.

Commenti
Segui il canale PianetAzzurro.it su WhatsApp, clicca qui
avatar

Vincenzo Letizia

Giornalista sportivo, nasce a Napoli il 16/02/1972. Tante le esperienze professionali: collaboratore dei quotidiani “IL TEMPO”, “NAPOLI NORD”, “LA VERITA'”, “DOSSIER MAGAZINE”, “CRONACHE DI NAPOLI”, dei mensili “L’OASI” e “IL VOMERESE”. Corrispondente da Napoli del quotidiano “IL GOLFO”, redattore del periodico “CORRIERE DEL PALLONE”, direttore editoriale del settimanale di scommesse sportive 'PianetAzzurro FreeBet'. Responsabile dei servizi sportivi del “CORRIERE DI CASERTA”. Tra i collaboratori del ‘laboratorio di giornalismo e di comunicazione’ diretto da Michele Plastino. Inviato della trasmissione radiofonica “ZONA MISTA” in onda su CRC targato Italia. Più volte ospite alle trasmissioni televisive “Campania Sport” e “PANE E PALLONE” in onda su Canale 21, “ULTRAZOOM” in onda su TCS, “TRIBUNA Sport” in onda su Televomero, “Sotto Rete” in onda su TLA. Ideatore ed opinionista della trasmissione WEB/RADIO 'MONDO CALCIO' andata in onda sulla Tele5 Napoli tutti i lunedì alle 18,00 e i venerdì alle 21,30. Ha curato ogni sabato pomeriggio, intorno alle ore 16,30, la rubrica radiofonica su 'RADIO PUNTO ZERO' (FM 102.00) 'LA BOLLETTA' all'interno del seguitissimo programma 'Zero Magazine' in onda dalle 16:00 alle 19:00 (su www.rpz.it in Live Streaming). Ideatore e conduttore del programma TV 'CALCIOMERCATO & SCOMMESSE MONDIALI' andato in onda su Area Blu TV durante il Mondiale sudafricano. Opinionista fisso del programma TV 'AREA AZZURRI' in onda tutti i martedì alle ore 21 sul digitale terrestre 'AREA BLU TV'. Ospite fisso della trasmissione "SORRISI E PALLONI" in onda su Radio Punto Nuovo e su Capri Event TV. Opinionista della trasmissione televisiva "NAPOLI CALCIO LIFE" in onda su Capri Event TV e TeleCapri Sport. Autore e produttore della trasmissione televisiva "PIANETAZZURRO TV" in onda su RTN.ATTUALMENTE: presidente dell'associazione giornalistica AGiCaV; direttore editoriale del periodico cartaceo “PIANETAZZURRO” ; direttore generale dell'omonimo portale sportivo www.pianetazzurro.it , del sito di cronaca e intrattenimento www.campaniaveritas.it e della guida gastronomica www.golosando.eu