Monti: “Napoli, strategie da definire”

GIANLUCA MONTI, giornalista de “La Gazzetta dello Sport”, è intervenuto a “NAPOLI MAGAZINE”, trasmissione radiofonica dedicata al Calcio Napoli, che approfondisce i temi sul Calcio Napoli proposti da NapoliMagazine.com, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 14.40 alle 16.00, con Michele Sibilla e Antonio Petrazzuolo in conduzione, per il consueto punto sugli azzurri. Ecco quanto ha affermato: “L’esordio di Boskov, contro il Bari, sconfitto 3-0, è il mio ricordo più limpido dell’allenatore slavo. Purtroppo, leggendo anche le testimonianze dei colleghi e dei tifosi, così come quelle degli addetti ai lavori, Boskov è stato un galantuomo di un calcio che non esiste più, dove tutto deve essere polemica. A Milano ho visto un buon Napoli nell’ambito di una bella partita, nonostante fossimo a fine stagione con i giochi praticamente fatti. Nella ripresa, dirò di più, ho visto un ottimo Napoli, che ha fatto vedere bel gioco, tenuta del campo e condizione fisica eccellente. Gli azzurri devono stare attenti all’aspetto mentale perché, contrariamente a quella vinta contro la Juventus, nella finale contro la Fiorentina saranno loro i favoriti. Fermo restando che Gonalons è un giocatore nel mirino del Napoli, il mercato tiene banco per fare meglio rispetto alla stagione che va a finire. Come ha detto Benitez, l’ideale sarebbe prendere un paio di giocatori affermati, i famosi pezzi da novanta e dei giovani talenti che abbiano fame. Nella stessa circostanza, però, il tecnico spagnolo ha anche ammesso che non è stata ancora definita nei dettagli la strategia di mercato ed allora mi chiedo come sarà strutturata? Comunque, presto dovremmo capirci di più, aspettiamo le primissime mosse e poi giudichiamo”.

 

Commenti
avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!