Mollichelli: “L’ alibi della stanchezza non regge”

ADOLFO MOLLICHELLI, giornalista, è intervenuto a “NAPOLI MAGAZINE”, trasmissione radiofonica dedicata al Calcio Napoli, che approfondisce i temi sul Calcio Napoli proposti da NapoliMagazine.com, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 14.30 alle 16.00, con Michele Sibilla e Antonio Petrazzuolo in conduzione, per il consueto punto sugli azzurri. Ecco quanto ha affermato: “Una vittoria è sicuramente tonificante ma non possiamo dire che la squadra sia guarita. Era importante fare tre punti per ricominciare a sperare nel terzo posto, obiettivo minimo dopo i proclami estivi, ma forse più realistico se pensiamo alla coppia di testa. Contro lo Slovan qualcosa si può e si deve cambiare perché il giovedì è un brutto giorno se si deve giocare la domenica successiva. È importante mettere in campo una formazione che, come a Reggio Emilia, possa contare su due cagnacci a centrocampo che, da una parte diano più protezione alla difesa e dall’altra, più equilibrio al quartetto di attacco. Rispetto alla scorsa stagione non possiamo non trascurare il mercato, che forse ha indebolito la squadra, in particolare la mancata conferma di Reina che aveva un ruolo determinante sia in campo che nello spogliatoio, senza nulla togliere a Rafael che deve ancora crescere. Se hai Higuain in rosa non puoi non farlo giocare. L’alibi della stanchezza non regge, è come se, dopo quattro giorni passati a scrivere articoli, chiamassi in redazione dicendo che sono stanco e ho bisogno di un giorno di pausa. Non esiste”.

 

Commenti
avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!