Benitez: “Il mercato va giudicato più in là. Inter? Conosciamo l’importanza della partita, positiva la competizione nella rosa”

BeniteConferenzaStampa

Rafa Benitez, come di consueto, ha presentato in conferenza stampa la sfida che vedrà il Napoli impegnato nei quarti di finale di Coppa Italia contro l’Inter. Di seguito i passaggi salienti

Abbiamo fatto il nostro mercato che è andato bene fino ad oggi, preferisco giudicarlo dopo più partite e non solo dopo 1 mese. Della mia esperienza all’Inter ricordo 2 titoli e tanti amici, è una squadra di livello mondiale con tifosi appassionati.
Mancini è un allenatore di prestigio e nessuno può discutere il suo livello, vorranno vincere qualcosa e la Coppa è un’occasione. La squadra conosce l’importanza della partita e dell’avversario, sappiamo che non sarà una sfida facile.
Abbiamo perso qualche punto per strada ma questo non si può cambiare perciò dobbiamo concentrarci sul futuro. La competizione tra i giocatori che ricoprono lo stesso ruolo è importante, così si può valorizzare tutta la rosa. Andujar è un portiere sempre a disposizione per qualsiasi partita, non è il portiere solo della Coppa Italia. Sono contento che Ghoulam sia fisicamente pronto e già disponibile, la competizione tra lui e Strinic è positiva. Sia Higuain sia Duvan hanno fatto bene, lavorano con intensità e meritano di giocare ma sceglieremo solo domani.
Strinic e Ghoulam sono entrambi forti di testa: il croato è stato attento contro il Chievo, non c’è tanta differenza tra i due, e la competizione sarà forte durante l’anno. Maggio? Hanno parlato con Christian, ora bisogna aspettare di trovare l’accordo, che devono trovare la società col procuratore.
Sulla formazione: 4-3-3 e il 4-2-3-1 sono i moduli adottati dall’Inter fino ad ora. Secondo voi, a seconda degli interpreti, è più offensivo rispetto al nostro modulo? Dipende dai calciatori. Gargano? E’ carico, ha la mentalità giusta e deve dare una mano ai compagni in campo, lui si allena bene ed è importante per questo tipo di partite. 

Commenti