Nunzia Marciano: “Napoli, ci piace vincere facile!”

marcianoNunzia Marciano, giornalista, scrive su “NapoliMagazine.Com”: “E come diceva lo spot: “ci piace vincere facile!”. Chiariamo, il Napoli a Trebisonda ha giocato e bene anche, ma non-vincere sarebbe stato decisamente più difficile, va detto. I Turchi devono essersi persi nel tunnel dello stadio dal nome impossibile, perché loro in campo non ci sono proprio arrivati. È che magari si saranno fermati fuori a festeggiare il famoso 61′ minuto. Noi nel frattempo abbiamo giocato, segnato, fatto goleada e vinto. Alla grande. Come grande, immenso, senza limiti e senza parole è stato Gabbiadini. Che Manolo! Che tandem con Gonzalo! Dopo l’assist, dopo il gol, dopo il gioco che hanno fatto a Trebisonda, Manolo&Gonzalo sono già una coppia di fatto, va detto. Forti, veloci, preparati, tosti, veri campioni. Quelli di cui il Napoli ha bisogno, quello che serve per far sognare, sempre e comunque. Il Napoli che ci piace insomma. Che ci fa festeggiare, che ci fa offrire il caffè per capirci. E la notte turca fa scordare la disfatta di San Valentino. Fa scordare erroracci e polemiche, papere e intossichi.  Andujar gioca bene, poco chiamato in causa, per la verità, e bene gioca tutta la squadra. Tutto semplice, tutto rilassante che persino Inler non fa temere pericolosi errori. Segnano tutti: da Higuain a Gabbiadini, e prima Henrique per chiudere in bellezza con Zapata: 4 a 0. Ora il ritorno sarà una scampagnata al San Paolo dove per gli azzurri dell’adesso osannato Benitez sarà poco più che un allenamento. Una partita da manuale verrebbe da dire che c’è già chi sogna di doppiare lunedì prossimo contro il Sassuolo in campionato. E speriamo bene. Dicevamo, tutto bene? Eh, non tanto. Una parola va spesa per il nostro Diavulillo, il belga di casa nostra: Mertens. Sbaglia: rigore, tiro, gioco. Sbaglia tanto, troppo. Caro Dries, che succede? A noi puoi dirlo, con noi puoi parlare. Che noi ti vogliamo bene ma sbagliare così tanto, no, davvero non si può”.

 

Commenti

Questo articolo è stato letto 422 volte

avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!