De Giovanni: “Gabbiadini è un campione, occhio al Dnipro, Mertens ha spaccato la partita”

Coppa Italia Lazio-Napoli GabbiadiniMAURIZIO DE GIOVANNI, scrittore e giallista di culto, autore del best seller ”Il resto della settimana”, è intervenuto a “NAPOLI MAGAZINE”, su Radio Punto Zero, trasmissione radiofonica dedicata al Calcio Napoli, che approfondisce i temi proposti sul web da NapoliMagazine.Com, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 14.30 alle 16.00, condotta da Michele Sibilla e Antonio Petrazzuolo. Ecco quanto ha affermato: “Speravo nelle semifinali e finali di coppa anche quando eravamo in C, ma è nella natura del tifoso essere così. Vorrei poter dire che l’errore di Higuain dagli undici metri non è stata una sorpresa incredibile anche perché sapevo che Diego Lopez è un gran portiere, tra i migliori in Italia, conosce bene Higuain per averci giocato insieme al Real Madrid e, soprattutto, che il Pipita spesso non mantiene la freddezza necessaria per battere efficacemente i rigori. Sono stato più contento per l’espulsione che per il rigore, come purtroppo, si è rivelato essere. L’ingresso di Gabbiadini e Mertens hanno spaccato la partita, ma se Hamsik non trova quel tiro, non so come si mette. Per la prima volta ho visto lo slovacco capace di caricarsi la squadra sulle spalle ed ha saputo cambiare il colore sulla partita. Gabbiadini è un campione ed il velo che fatto sul gol di Higuain vale più di un assist. L’ex sampdoriano quando entra dà maggiore incisività alla squadra, ci mette sempre la firma e poi, parla la stessa lingua di Higuain. Sicuramente non è un esterno e quindi, anche per il futuro, bisognerà studiare bene la sua collocazione in campo. L’Europa League è un trofeo importantissimo e non solo per i soldi che porta e l’accesso alla Champions, ciò detto, non credo che il Dnipro sia così scarso, anzi, credo sia consapevole dei propri limiti e può dare una complessità ai 180 minuti. Il Napoli deve vincere la partita per mettere in condizione gli ucraini di doversela giocare al ritorno e quindi, avvantaggiare gli azzurri. Sicuramente non sarà una partita facile e se non si gioca con la mentalità giusta può diventare pericolosa e ne sappiamo qualcosa. Il Napoli non cambia e se non ha gli interpreti giusti avrà sempre difficoltà e credo che, soprattutto da questo dipenderà il futuro di Benitez sulla panchina azzurra”.

 

Commenti
avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!