Bruno Satin: “Everton su Koulibaly? Non si muoverà da Napoli, vuole diventare uno dei più forti della squadra”

Napoli-Lazio 5-0 KoulibalyA Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Bruno Satin, procuratore di Koulibaly

“In Madagascar ci sono molti calciatori bravi per cui l’impegno della Nazionale di Koulibaly non è semplice.

L’estate è stata difficile per Kalidou, ma era convinto di rimanere a Napoli perché sapeva che quest’anno il club avrebbe fatto bene. Certo, Koulibaly deve migliorare e può ancora farlo, ma è consapevole del suo livello e dopo la scorsa stagione aveva ancora più voglia di dimostrare il suo livello. Vuole provare ad essere uno dei migliori calciatori della sua squadra.

Everton su Koulibay? No, Kalidou non si muoverà da Napoli, si giocherà qualcosa di importante in azzurro. Il suo contratto è lungo e solo a fine stagione se arriveranno proposte che il Napoli vorrà studiare ne parleremo. Non capisco se il club azzurro voglia puntare a lungo su Koulibaly, ma ho incontrato Giuntoli in Danimarca ed è super contento del lavoro del mio assistito. Quando si vuole puntare su un calciatore, lo si blinda anche con un adeguamento di contratto. Abbiamo fatto due chiacchiere io e Giuntoli, ma non abbiamo ancora trattato l’argomento rinnovo. Vogliamo lasciare il ragazzo concentrato perché vive un buon momento. La cosa certa è che se continuerà a fare così bene, le offerte arriveranno perché Koulibaly è giovane e gioca in una posizione tra le più ricercate in Europa. Per uno straniero non è facile giocare a Napoli perché c’è pressione e gestire la situazione talvolta non è semplice, ma a Kalidou non costa sacrificio perché sta bene in azzurro.

Prima di arrivare a Napoli, parlammo col Barcellona e disse che non era pronto. Ma, arrivato a questo livello, Koulibaly può interessare anche ad un club come il Barça, è cresciuto molto.

Anche l’anno scorso vidi che il gruppo Napoli era positivo, fatti di grandi personalità e non mi stupisco del rendimento attuale della squadra anche perché il tasso tecnico è elevato”.

Il presente comunicato è stato inviato da Crc. Si declina ogni responsabilità dal contenuto dello stesso

Commenti