Chievo, lo sfogo di Maran: ”Mai bestemmiato, sono deluso e mortificato”

Chievo, lo sfogo di Maran: ''Mai bestemmiato, sono deluso e mortificato''Rolando Maran (ansa) VERONA –  Rolando Maran non ci sta. Squalificato una giornata dal giudice sportivo per una presunta bestemmia detta durante Chievo-Lazio di domenica scorsa (pizzicata dalle tv), l’allenatore gialloblù esprime tutta la sua delusione alla vigilia della trasferta di Udine: “Essere ingiustamente accusato di aver detto una cosa che assolutamente non è stata detta mi mortifica come uomo, sono deluso e arrabbiato”.

“FRAINTESO IL LABIALE” – “Questa è una cosa a cui tengo – aggiunge Maran -. Basta sentire i miei dirigenti e i miei giocatori e chiedere se mi hanno mai sentito bestemmiare. Aver frainteso un mio labiale, perché nessuno ha sentito una bestemmia, al di là della squalifica, mi mortifica e mi fa molto arrabbiare. Poi uno può sbagliare, però non è il mio caso. Ho avuto solidarietà da parte di tutti, perché basta andare indietro di 15 anni di storia da allenatore e pensare a quanti giocatori e dirigenti ho avuto e sono tutti sorpresi da questa cosa qua”. A Udine spazio in panchina al suo vice Maraner: “Mi dispiace molto, perché mi piace sempre stare vicino ai ragazzi e soffrire con loro. Non ci sarò io, ma ci sarà il mio staff a cercare di spingere anche mentalmente la squadra”. Per quanto riguarda la formazione anti-Udinese, possibile il ritorno dal 1′ di Inglese al posto di Pellissier con l’inamovibile Meggiorini. In difesa scalpita Cesar, ma Dainelli-Gamberini resta la coppia favorita davanti a Sorrentino.

chievo

serie A
Protagonisti:
rolando maran

Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 313 volte