Ventura: “Soddisfatto, era importante vincere”

L’Italia di Giampiero Ventura ha battuto 4-0 il Liechtenstein nel Gruppo G delle qualificazioni mondiali (Foto Getty)

“Avevo detto che l’importante era vincere, poi come si giocava, e le considerazioni sulla differenza reti l’avremmo fatte alle fine… Bastava trovare il quinto gol e lo scenario sarebbe cambiato, ma io sono soddisfatto”. Sono le considerazioni a caldo di Giampiero Ventura, ct azzurro, dopo il 4-0 in casa del Liechtenstein. “I risultati degli altri contano relativamente – ha aggiunto Ventura, riferendosi al successo della Spagna sulla Macedonia e alla mancata goleada per riportare la differenza reti dalla parte degli azzurri – Stasera ho visto una gran bella partecipazione dei ragazzi, abbiamo mosso il primo passo di un percorso che potrà essere importante”.

Uno in più… – Ma anche Ventura non ha nascosto di aver sperato in qualche gol in piàù. “Nel primo tempo abbiamo fatto quattro gol – la sua analisi – e abbiamo avuto ancora più occasioni da rete, avremmo potuto qualcosa di storico. Ci siamo andati vicini di un soffio, bastava fare il quinto e poi…”.

La partita di Bonucci – “E’ stata una partita a due facce: complimenti alla squadra per aver approcciato la partita in modo giusto. Poi nel secondo tempo siamo stati troppo frettolosi e poco lucidi”: Leonardo Bonucci veste i panni di veterano azzurro e sgrida i compagni per aver vinto ‘solo’ 4-0. “Non pensavamo alla Germania nel secondo tempo – l’analisi del difensore – la differenza reti può contare e qualche gol in più poteva servire: siamo stati poco cinici, poco lucidi all’ultimo. Ci deve servire di lezione per il futuro. Ma questo gruppo sta partendo bene”. A far sorridere l’Italia anche il successo di Israele in casa dell’Albania: “L’abbiamo saputo al rientro negli spogliatoi – dice Bonucci – Ma il futuro è nelle nostre mani, dobbiamo lavorare per essere competitivi”.

Fonte: SkySport

Commenti