Gli interventi di Giampiero Ventrone, Ciccio Marolda, Rino Marchesi, Ruud Krol, Ciro Venerato e Carlo Volpi a Radio Crc

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Giampiero Ventrone, preparatore atletico

“Quanto pesa la fatica delle Nazionali? Non c’è una regola precisa, ma ci sono diversi fattori da prendere in esame. Prima di tutto la distanza e quindi il Paese in cui si gioca che ha un suo valore, poi dipende dal coefficiente di difficoltà della partita, quanto il calciatore ha giocato e il momento storico dell’atleta prima della partita e quindi se un calciatore è stanco è probabile che torni anche più stanco. 

Il portiere è un ruolo troppo particolare e credo che contro la Juventus, sentite le parole del dottor De Nicola, Reina giocherà”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Ciccio Marolda, giornalista

“Conoscendo De Nicola non avrebbe azzardato nel dire che Reina sta bene se così non fosse. Certo, nel Napoli non aver avuto gerarchie in porta ha pesato e sinceramente mi dispiacerebbe se contro la Juventus non ci fosse. 

La Juve è la squadra che ha più capacitò di gestione della partita e di difesa del risultato perché amministra bene e riesce ad avere più possibilità di portare a casa il risultato. 

Stimo molto Sarri, ma non sa gestire la rosa e non mi meraviglierei se contro la Juventus giocassero gli stessi undici dello scorso anno senza schierarne nemmeno uno nuovo, ma ben venga se questi undici sono quelli che stanno meglio”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Rino Marchesi, allenatore

“Quel Napoli prima di Maradona era messo molto male in classifica, era l’ultimo anno di Krol che non giocava e poi c’è stata una nuova prospettiva, un nuovo programma e l’arrivo dei vari Bagni e Maradona. Krol lo pescò Totò Iuliano in Canada.

Il San Paolo faceva impressione, era più che emozionante anche per noi che vivevamo la città tutti i giorni e nonostante ciò, non ci abituavamo mai a tutto quel calore della gente e tutti ne sentivamo i benefici dell’amore”.

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Ruud Krol

“Olanda-Italia? L’Olanda è cambiata, non è più quel grande Paese di calcio. Ho visto diverse partite e devo dire che la squadra manca della giusta mentalità. Non sarà il prossimo ct della Nazionale olandese, preferisco vivere dove c’è il sole.

Il Napoli gioca bene, meglio di tutte, ma la Juventus ha qualcosa in più perché riesce a vincere anche quando non gioca bene. Il mio cuore è azzurro, ma domenica non sarò allo stadio”.

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Ciro Venerato, giornalista

“Sono felice per Sarri e quella panchina d’oro la sento anche un pò mia. E’ molto più difficile vincere a Roma e Napoli piuttosto che alla Juve, al Milan o all’Inter ed è per questo che sono felice per Sarri. La grande pecca è non aver mai permesso a Zeman di vincere questo titolo perché ai tempi di Foggia lo avrebbe meritato. 

Il Napoli vuole prendere Castillejo, ma 20 milioni sono pochi per prenderlo e non piace solo al Napoli. Chiesa piace a Giuntoli e Sarri, ma il Napoli fece un timido tentativo con la Fiorentina e con il papà del calciatore e mi risulta che non sia in vendita. 

Sull’interesse del Napoli di Politano mi arrivano smentite dal club mentre Grimaldo piace anche se il Napoli vuole aspettare che il calciatore guarisca dalla pubalgia. 

Reina? Sarà titolare contro la Juventus, non c’è nessun problema e il Napoli è certo di farlo giocare domenica in campionato”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Carlo Volpi, procuratore di Sturaro

“Sarri  meritevole della panchina d’oro perché anche quest’anno sta confermando la bella stagione disputata lo scorso anno. 

Se Napoli e Roma dovessero vincere il prossimo turno di campionato, si riapre tutto. Non è stato ancora assegnato lo scudetto. 

Sturaro è soddisfatto di tutto quello che sta apprendendo alla Juventus, poi le vie del mercato sono infinite. Gode della stima di Giuntoli che con Sarri ha creato un blocco lavorativo importante. All’estero sento spesso che lo scouting del Napoli è presente in campi impensabili, questo perché il club svolge un lavoro in profondità. 

Aspetto la partita di domenica con grande curiosità perché nulla è scontato e il Napoli ha le risorse per fare benissimo.Oltretutto, un ulteriore scatto in avanti il Napoli lo ha fatto e la panchina è di grande qualità. 

Giuntoli ha sempre visto in Sturaro grandi qualità ed è stato sempre trattato a prescindere, ma la Juve ha sempre chiuso le porte”. 

I presenti comunicati sono stati inviati da Crc. Si declina ogni responsabilità dal contenuto degli stessi

Commenti