Genoa, prove tattiche davanti al presidente

I calciatori del Genoa impegnati nell’allenamento odierno (foto GenoaCfc.it)

A differenza delle precedenti giornate di antivigilia, quest’oggi la seduta di allenamento del Genoa a Pegli è stata effettuata a porte aperte, come scrive lo stesso club ligure sul suo sito ufficiale: così era stato deciso da mister Juric a inizio settimana. La prossima sfida contro il Chievo si avvicina e i calciatori rossoblù dovranno scendere in campo per cancellare la brutta sconfitta contro la Juventus e per cercare di chiudere nel modo migliore questa stagione complessa. Oggi, dunque, “l’allenamento si è svolto alla luce del sole, tornato a fare capolino dopo giorni di nuvole cariche di pioggia. Il tecnico ha impartito il via ai lavori con una riunione in cui si è addentrato negli aspetti tattici legati al match con il Chievo. Con il supporto delle analisi video, racchiuse nelle immagini preparate dai collaboratori Murgita e Ostojic, ha passato in rassegna i meccanismi di gioco degli avversari vivisezionandoli davanti alla squadra”.

In campo dopo la riunione video

In seguito è arrivato il momento del rompete le righe per raggiungere il campo di allenamento, dove i calciatori hanno svolto triangolazioni e tiri in porta dopo la classica fase di riscaldamento iniziale; poi è arrivato il momento delle prove di formazione e dei movimenti d’assieme in una partitella a campo intero. Oltre a Perin che sta seguendo un iter a parte ed è stato festeggiato per il ritorno a Pegli dai compagni, hanno sostenuto un programma differenziato anche Ntcham, Rubinho e Taarabt. Domani lo staff ultimerà le valutazioni sulle condizioni fisiche, prima della rifinitura e la scelta dei convocati. Morosini si è allenato regolarmente in gruppo e risulta tra i giocatori disponibili – informa ancora il Genoa.

Il presidente a bordo campo

Anche il presidente Enrico Preziosi ha osservato la seduta odierna a bordo campo. Una decisione presa per mostrare vicinanza alla squadra in questo momento decisivo per il raggiungimento della salvezza aritmetica. “A due giorni dalla sfida con il Chievo l’ambiente è compatto e fortemente motivato in vista della partita allo stadio Ferraris. Il presidente ha voluto dare un segnale forte a mister Juric e ai giocatori, assistendo a gran parte dell’allenamento da bordo campo, insieme ai vertici dirigenziali e ai più stretti collaboratori”. E prima di lasciare il Centro Sportivo, il presidente ha poi anche rilasciato alcune dichiarazioni ai giornalisti presenti: “Se sono carico? L’importante è che lo siano i giocatori. Vedrò se venire allo stadio domenica”. Dopo aver stretto la mano a Juric in mezzo al campo e aver anche passato qualche minuto con la squadra nello spogliatoio (riabbracciando Perin tornato proprio oggi nel quartier generale del Grifone, a conclusione dell’iter riabilitativo svolto a Roma presso la clinica Villa Stuart), Preziosi ha poi lasciato Pegli.

Fonte: SkySport

Commenti