IL PERSONAGGIO – Lorenzo Insigne: rinnovo e sogno da bambino realizzato

Lo scorso 22 aprile si è consolidato un grande amore tra il Napoli e Lorenzo Insigne. Il talento di Frattamaggiore infatti ha rinnovato il contratto fino al 2022 con la cifra di 4,5 milioni l’anno. Un rinnovo che farà di Insigne una bandiera del Napoli da napoletano doc e che con le sue grandi qualità, sarà una pedina importante per il Napoli del futuro, per raggiungere qualcosa di davvero importante. La favola di Insigne è cominciata a 15 anni, quando entrò nelle giovanili del Napoli, la sua squadra del cuore; il suo sogno era che un giorno indossasse la gloriosa maglia azzurra che fu del grande Re Diego. Gioca prima in Primavera, partecipando anche al Torneo di Viareggio nel 2010 e nello stesso anno avviene l’esordio in prima squadra con il tecnico Mazzarri. Successivamente Insigne ha la fortuna si crescere calcisticamente sotto la guida del maestro Zeman, prima in Lega Pro con il Foggia, dove segna 26 reti in 40 presenze tra campionato e coppe, e poi in Serie B col Pescara (20 reti in 38 presenze), dove conquista insieme ad un altro napoletano, Ciro Immobile, la promozione in Serie A. Dalla stagione successiva diventa finalmente protagonista del progetto Napoli: viene prima allenato da Walter Mazzarri, poi da Rafa Benitez e infine da Maurizio Sarri, vincendo una Coppa Italia e una Supercoppa Italiana, e raggiungendo poco tempo fa le 200 presenze in maglia azzurra. Con il lavoro, il sacrificio e con i suoi numeri in campo, Lorenzo è riuscito a coronare un grande sogno e un napoletano vero come lui merita davvero grandi soddisfazioni. Insieme ad Hamsik sarà il simbolo del Napoli, come lo è stato Del Piero alla Juve e Totti alla Roma. Lo scugnizzo ce l’ha fatta e il suo futuro è tinto di azzurro.

Mariano Potena

Commenti

Questo articolo è stato letto 2380 volte