Milan, sfida all’Atalanta con la difesa al minimo. Romagnoli prova a recuperare

Milan, sfida all'Atalanta con la difesa al minimo. Romagnoli prova a recuperareAlessio Romagnoli (agf) MILANO. Sabato sera a Bergamo ultimissima occasione del Milan per avvicinare il 5° posto e quindi evitare problemi logistici per la tournée estiva in Cina. Ma sarà molto difficile per i ragazzi di Montella organizzare la rimonta partendo da -6 dall’Atalanta a 270 minuti dal termine. Proprio lo scontro diretto con i bergamaschi rappresenta la chance finale per i rossoneri, altrimenti costretti in caso di chiusura al 6° posto a partire con i preliminari Europa League a fine giugno.

DIFESA AI MINIMI – Diversissimo lo spirito che accompagna la due squadre alla sfida. L’Atalanta arriva alla serata consapevole di aver fatto un campionato straordinario, con il club che ha appena definito l’acquisto dello stadio. Il Milan reduce da un filotto negativo, ancora incapace di vincere con la nuova dirigenza. Montella deve affrontare un’emergenza in difesa. Squalificato Paletta, sicuramente fermi ai box Abate e Antonelli a causa di lunghi infortuni, sono in dubbio anche Calabria e Romagnoli. Il terzino oggi si è allenato a parte è difficilmente rientrerà in gioco.

ROMAGNOLI CI PROVA – Il centrale ex Roma invece ha svolto quasi tutto l’allenamento con i compagni tranne la partitella finale. Le sue chance di essere in campo sabato sera quindi aumentano, ma il recupero non è ancora sicuro al 100%. Decisiva la rifinitura di domani. Al momento quindi sono sicuramente disponibili solo Calabria, De Sciglio, Zapata e Gomez. Sarebbe un reparto con un solo titolare nella partita determinante per la rincorsa al 5° posto: il capitano De Sciglio. Proprio per questo motivo Romagnoli sarà valutato fino all’ultimo momento perché il suo utilizzo sarebbe molto importante contro i nerazzurri. 

COME UNA FINALE – Uno dei quattro disponibili, Vangioni, descrive lo stato d’animo necessario per la partita dell’Azzurri d’Italia: “Sabato per noi è una finale e dobbiamo stare concentrati al massimo – dice il terzino argentino – il mister ci sta chiedendo di metterci il cuore perché manca poco alla fine del campionato. E’ molto importante per tutti poter partecipare a una competizione come l’Europa League. Stiamo lavorando per questo, dobbiamo essere forti di testa. Abbiamo l’opportunità di andarci”.

milan ac

serie A
Protagonisti:

Fonte: Repubblica

Commenti