Ma Ancelotti ha le idee chiare?

Il pluridecorato allenatore del Napoli, Carlo Ancelotti, trionfatore, in passato, in Italia ed in Europa, al momento, visto l’andamento in campionato della sua squadra, sembra non avere le idee chiare. Il tecnico di Reggiolo, alla nona giornata di questo torneo, continua a fare esperimenti, impiegando alcuni giocatori in ruoli a loro, assolutamente non congeniali, vedi per esempio, ieri Elmas, o Zielinsky. L’ex Fenerbace, infatti, è parso un pesce fuor d’acqua nelle vesti di esterno ed il polacco veramente inconsistente in qualità di regista. Di Lorenzo poi, ancora una volta, messo sulla fascia sinistra, non potrà mai rendere come a destra, per non parlare di Lozano spostato al centro dell’attacco, nelle ultime partite da lui disputate. Il messicano non è mai stato attaccante puro, bensì un esterno. Inoltre è apparso evidente a tutti che calciatori del calibro di Callejon e Fabian non possono andare in panchina, il loro impiego è imprescindibile da ogni turn over. Del resto, nei maggiori campionati del vecchio continente, come la Liga, la Premier o la Bundesliga, gli uomini cardine di una squadra giocano sempre. Il buon Carletto ha, come noto, sbandierato ai quattro venti, che quest’anno il Napoli era molto competitivo, ragion per cui avrebbe lottato assieme ad Juve ed Inter per il titolo. A quanto pare, invece, così facendo, gli azzurri non rientreranno mai in gioco per il vertice. anzi, oggi come oggi, c’è da guardarsi addirittura le spalle, con la Roma dietro ad un solo punto di distanza, Il quarto posto, utile alla conquista della zona Champions, ad un quarto del torneo, è a rischio se non si cambia registro. In verità Ancelotti non ha trovato ancora la quadra neanche nel modulo, il 3-4-2-1, non appare affatto congeniale ai giocatori in rosa, tuttavia si insiste nel perseverare su queste posizioni. Pur non essendo il caso di fare processi, o mettere sulla graticola, l’allenatore, è lecito aspettarsi che Ancelotti riveda i suoi piani, prima che sia troppo tardi.

Commenti

Questo articolo è stato letto 949 volte