Ben 8 sampdoriani affetti da Coronavirus, il calcio italiano in ginocchio

A quanto pare  la Sampdoria è il club di massima serie  più colpito dal Coronavirus; dopo Gabbiadini, Colley,  Ekdal, La Gumina, Thorsby ed il dottor  Baldari anche  Depaoli e  Bereszynski sono stati contagiati dal covid 19. Dal canto suo la società blucerchiata  ha reso noto di aver applicato, subito, tutte le procedure previste dalla normativa. Pertanto tutte le sedi del club sono state chiuse, la squadra, i dirigenti e i dipendenti, invece, sono in auto-isolamento domiciliare volontario. Purtroppo il timore che il contagio per quanto riguarda i giocatori di serie A non possa essere finito qui è grande.Intanto Daniele Rugani, primo giocatore italiano a fare le spese di questo assurdo virus, ieri, ha lanciato un appello sul profilo  Twitter: “Anche io, insieme alla Juventus, sto partecipando alla raccolta fondi per gli ospedali di Torino e del Piemonte,  dimostriamo che siamo tutti distanti ma uniti”. Come saprete anche il capitano azzurro non è rimasto a guardare ed ha donato all’Ospedale Cotugno di Napoli ben 10mila euro. Il calcio italiano è in ginocchio, tutte le società, per ora. sono ferme ai box, sospesi anche gli allenamenti, tuttavia il presidente del Napoli e della Lazio  sarebbero intenzionati a  far riprendere le attività  portando i calciatori in ritiro, mentre  Agnelli non si è detto  d’accordo e ha risposto accusando il massimo esponente biancoceleste di pensare esclusivamente agli  interessi di classifica, mettendo in secondo piano la salute dei calciatori, un’affermazione che, naturalmente, non è stata presa di buon occhio dallo stesso Lotito.  Secondo un primo programma il Napoli dovrebbe riprendere gli allenamenti mercoledì prossimo, ma a mio avviso, non credo che accadrà vista la situazione che vede aumentare i contagi di giorno in giorno.

Commenti

Questo articolo è stato letto 452 volte