PSG-Manchester City 1-2, gol e highlights: la decidono le reti di De Bruyne e Mahrez

PSG-MANCHESTER CITY 1-2
16′ Marquinhos (P), 65′ De Bruyne (M), 72′ Mahrez (C)
PSG (4-2-3-1): Navas; Florenzi, Marquinhos, Kimpembe, Bakker; Gueye, Paredes (83′ Herrera); Di María (80′ Danilo Pereira), Verratti, Neymar; Mbappé. All. Pochettino
MANCHESTER CITY (4-3-3): Ederson; Walker, Stones, Rúben Dias, Cancelo (61′ Zinchenko); Rodri, Gündogan; Mahrez, De Bruyne, Foden; Bernardo Silva. All. Guardiola
Ammoniti: Cancelo, Paredes, De Bruyne
Espulso: Gueye

Fosse durata soltanto 45′ saremmo a commentare un’altra partita, un successo meritato del PSG e un City in difficoltà. E, invece, la squadra di Pochettino, dopo aver giocato una prima frazione di grande livello, è crollata nella ripresa concedendo due reti che sbilanciano la qualificazione alla finale di Champions League nettamente in favore del Manchester City. La squadra di Guardiola ha sofferto per tutti i primi 45′, andando sotto dopo la rete di Marquinhos ma ha saputo reagire nel secondo tempo, alzando la qualità del gioco e rinchiudendo, di fatto, i francesi nei propri trenta metri. Alla fine il successo per i Citizens è meritato nonostante i due gol siano arrivati per due errori più o meno grossolani del PSG. La squadra di Pochettino ha, in parte, ripetuto la performance messa in campo contro il Bayern Monaco e il Barcellona ma questa volta non è bastato, servirà un’impresa all’Ethiad per ribaltare il risultato.

Quanto alle scelte di formazione, Pochettino schiera il suo 11 migliore con MbappéNeymarDi MariaVerratti tutti insieme in campo. Guardiola ripropone Bernardo Silva ‘falso nueve’ Foden Mahrez ad attaccare la profondità. Nei primi minuti il City sembra prendere possesso della partita e pare che il PSG debba ripetere la strategia già proposta contro il Bayern. E, invece, sorprendentemente, con il passare dei minuti, i parigini diventano padroni del campo e non agiscono solo negli spazi. Marquinhos segna, di testa, il gol di un vantaggio meritato e per tutto il primo tempo il PSG riesce a controllare i tentativi del City che non trova mai o quasi mai spazi per andare alla conclusione se si eccettua un tiro di Foden da buona posizione parato da Navas. La sensazione è che quando il PSG riparta, sia terribilmente pericoloso.

A inizio ripresa, il City cambia totalmente atteggiamento, alza la qualità e la velocità del gioco, il PSG perde qualche certezza e difende troppo basso. La squadra di Guardiola continua a faticare in finalizzazione e De Bruyne ci prova in rovesciata, ma il pallone finisce alto. E’ il preludio al gol del pari che il City trova un po’ rocambolescamente: De Bruyne mette in mezzo un pallone tagliato a rientrare, non ci arriva nessuno, Navas è sorpreso e la palla termina in rete. Dopo il pari, il PSG non riesce più a trovare le misure per la pressione, i Citizens dominano e guadagnano un calcio di punizione dal limite: batte Mahrez, la barriera si apre e Navas è nuovamente battuto. La squadra di Pochettino si innervosisce sull’estenuante possesso del City, Gueye va fuori giri e commette un brutto fallo su Gundogan che gli costa il rosso. La squadra di Guardiola può gestire il match nei minuti finali e porta a casa un successo che, inevitabilmente, avvicina la finale di Champions. Il PSG dovrà vincere con due reti di scarto a Manchester o con una ma segnando almeno tre gol.

Sky.it

Commenti