Napoli in calo fisico? Gattuso preoccupato dalle precarie condizioni di giocatori cardine

Dopodomani il Napoli inizierà il mini torneo di quattro gare, a cinque squadre, che mette in palio tre posti Champions. Per centrare l’obiettivo matematicamente gli azzurri devono collezionare 12 punti, ossia vincerle tutte, il che non è facile ma alla portata dei partenopei. Tuttavia, domenica scorsa, contro il Cagliari, nella seconda frazione di gioco, la squadra ha manifestato un calo fisico. Alcuni giocatori cardini sono apparsi stanchi, il che preoccupa non poco Gattuso, che mai come ora, ha bisogno dell’efficienza fisica e mentale di tutta la rosa. In particolare destano molte perplessità le condizioni di cinque calciatori molto importanti nello scacchiere tattico dell’allenatore. Parliamo di Fabian Ruiz,  Zielinsky, Mertens ed Insigne, quest’ultimo, quasi un fantasma nel match con i sardi. L’allenatore calabrese, oltretutto, non avrà a disposizione il perno principale del reparto arretrato, che si è infortunato nell’ultimo match e resterà fuori almeno quindici giorni ma c’è anche l’eventualità che, per il senegalese, il campionato sia già finito, come per Maksimovic, alle prese con il covid. Sabato contro lo Spezia sarà vietato fallire l’appuntamento con i tre punti, per cui Gattuso manderà in campo i giocatori più in forma tra i quali Demme, autentico faro del centrocampo, Politano, in ottime condizioni fisiche e l’inarrestabile Osimhen, il  migliore in assoluto, al Maradona, domenica pomeriggio. La sua uscita dal campo per un colpo alla testa ha influito tantissimo sulla partita. Per quanto riguarda il capitano, una giornata no può capitare, avrebbe bisogno di un turno di riposo per rifiatare, però come si fa a tenere fuori un talento che potrebbe sbloccare la gara, con un’invenzione delle sue, in qualsiasi momento della gara?

Commenti