Gli interventi di Andrea Agostinelli, Vittorio Tosto e Tiziano Crudeli a Radio Marte

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Andrea Agostinelli, opinionista.
“C’è stata una squadra che è entrata a fare una partita e l’altra no. Il Napoli ha fatto una partita perfetta dal punto di vista tecnico. I gol di Mertens? Più spettacolare il doppio dribbling, più difficile il secondo. Quella di ieri è la risposta del gruppo, non devi avere problemi nel sostituire i titolari. In questo caso il Napoli ha dimostrato di avere squadra e organico per poter fare grandissime cose.
Lobotka? Ha fatto una grandissima partita liberando Fabian Ruiz al tiro. Tatticamente è stata una partita perfetta anche sotto questo profilo e Lobotka è stato uno dei principali attori. Ora ritorni subito l’umiltà e anche un po’ di timore per l’avversario che fa sempre bene. L’attacco del Sassuolo potrebbe essere di una squadra da Champions League. Detto questo la vittoria di ieri è importante per com’è venuta ma anche perché stava iniziando a scricchiolare l’autostima. Mertens è tornato quello dei tempi di Sarri? I giocatori attraversano momenti particolari, a volte si cerca il pelo nell’uovo. Per esempio: Insigne si dice giochi male per il contratto ma uno scadimento di forma può succedere a ogni giocatore. Non gli va di fare brutte figure. Certo il problema del contratto va risolto.
Spalletti ha un gioco più moderno di Sarri? A me piace il gioco equilibrato, mi avvicino più alla sua idea, non perché Sarri non sia un grande allenatore”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Vittorio Tosto, agente.
“Mertens? Sappiamo che ha colpi e giocate, non lo devo dire io. Non è che sia andato a riprodursi o trasformarsi: ha tirato fuori dal cilindro un paio di giocate delle sue. Il primo gol è frutto di una giocata fisica oltre che tecnica, il secondo è una genialata, anche per il movimento di smarcarsi e di osservazione dell’angolino. Questi colpi non possono avere delle pause: o li hai o non li hai. Ha fatto una prestazione completa con due giocate, una straordinaria e un’altra geniale. Una prestazione per il resto normale, non ha dominato nell’aspetto fisico ma ha avuto i colpi da Mertens. Il genio parte dalla testa. Come faceva Maradona, bisogna pensare meglio e prima degli altri. Ieri il secondo gol di Mertens ha fatto vedere una genialità pari a qualche genialità di Maradona
Lobotka? Il Napoli con la gestione Spalletti sta girando a mille e ha raggiunto un livello sotto tutti i profili completo. Tutti i giocatori interpretano al meglio il gioco del tecnico. Al momento anche un giocatore della Primavera si esalterebbe perché il gioco del Napoli è esaltante. Nella gestione della palla il Napoli è la migliore squadra in assoluto: domina in ogni zona del campo e non spreca una palla.
Il Napoli deve trattenere Mertens? Bisogna capire la gestione patrimoniale della società, i conti devono essere sempre in regola. Il Napoli non va mai oltre quelli che sono i propri parametri. Tutto ciò cammina di pari passo con gli obiettivi della società. Il percorso di Mertens è straordinario, poi deve ragionare sull’età e su quanto può dare. A questo va aggiunto lo stipendio. Va accontentato il calciatore ma non si può sforare il budget della società”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Tiziano Crudeli, giornalista.
“Il Napoli ha fatto un’ottima partita. La sconfitta del Milan con il Sassuolo? Eravamo reduci dall’ottima partita contro l’Atletico Madrid, poi siamo andati a giocare in casa e abbiamo subito una lezione di gioco dal Sassuolo. Che squadra deve aspettarsi il Napoli? Sono convinto che il tipo di gioco espresso del Napoli ieri possa mettere in difficoltà anche un Sassuolo al 100%. Il tasso tecnico degli azzurri è notevolissimo, con palla veloce e rapida. Paradossalmente senza Osimhen e Anguissa il Napoli ha trovato un ottimo coinvolgimento, Mertens è stato straordinario. L’Inter è convinta di essere in grado di poter vincere lo Scudetto, non a caso ha l’attacco più forte del campionato. Ma il Napoli evidenzia la difesa più forte del campionato, mentre l’Inter ne ha subiti 8 in più. Ci sono i presupposti per vedere un grande campionato del Napoli ma anche dell’Inter e mi auguro anche del Milan, che dopo la delusione di ieri magari mi rende un po’ giù di morale. Il Napoli deve rispettare le avversarie e mettere in esecuzione il gioco visto ieri. Può essere anche più forte dell’Inter”.

Commenti