Ottavio Bianchi: “Napoli-Milan, chi vince prende il largo ed elimina l’altra”

“Chi vince prende il largo ed elimina l’altra dalla lotta scudetto”. L’ex allenatore di Napoli, Inter e Roma, Ottavio Bianchi, è intervenuto quest’oggi a Febbre a 90, in onda su Vikonos Web Radio/Tv. Ecco le sue dichiarazioni:

“Il campionato è estremamente equilibrato, non c’è la squadra leader, non dimentichiamo che la pandemia ha caratterizzato in negativo la stagione, allenare giocatori a mezzo servizio non è mai facile, poi le coppe, le partite internazionali, gli infortuni, quest’anno il torneo è talmente anomalo da poter essere vinto da chiunque.

La fortuna è che ora ci sono 5 sostituzioni, le rose sono molto importanti, le difficoltà ci sono e chi le ha superate ora ha qualche vantaggio, il Napoli mi sembra la squadra più attrezzata, ha recuperato gli infortunati, società, squadra e tecnico validissimo, il supporto dei tifosi poi non è mai mancato, mi sembra ci siano tutti gli ingredienti per lo scudetto. L’ambiente finalmente è maturo, il Napoli del resto è da anni nelle zone alte, ormai la gente è abituata e ora è arrivato il momento di raccogliere i frutti.

Il mio ricordo più bello in azzurro? Al di Scudetto, Coppa Italia e Coppa Uefa, il momento che ricorderò per sempre, che più mi commuove e che supera tutto, sono stati i cori che i tifosi del Napoli mi dedicarono al San Paolo al termine della stagione 1987-88. Perdemmo lo scudetto con il Milan ma il pubblico si schierò dalla mia parte. E a proposito della sfida con i rossoneri, Napoli-Milan ora vale moltissimo, chi vince prende il largo ed elimina l’altra dalla lotta per il titolo”.

Commenti