Gli interventi di Francesco Modugno, Carlo Jacomuzzi e Pasquale Salvione a Radio Marte

A Radio Marte nel corso di “Marte Sport Live” è intervenuto Francesco Modugno, giornalista
“Tra Osimhen e Koulibaly sarei in difficoltà se dovessi scegliere. Mi creerebbe difficoltà solo l’aspetto anagrafico. Kalidou è intoccabile, è uno dei migliori difensori al mondo ed è l’unico giocatore del Napoli che farebbe il titolare in qualsiasi altra squadra al mondo. Spalletti sceglierebbe Koulibaly tra i due. Victor potenzialmente è un crack, ha dei margini di crescita enormi e può fare 30/35 gol se gioca tutta la stagione. Se succede questo, altro che 100 milioni di euro, lo vendi a quanto vuoi. È una situazione ancora viva quella del mercato per Osimhen. Ci sono alcune situazioni come quella del Bayern. Poi chiaro che vanno portati tanti soldi per avviare la trattativa. Idealmente c’è un limite di tempo secondo il quale il Napoli accetterebbe offerte per i big, ma non troppo. Se negli ultimissimi giorni si presentano con cifre fuori dal mondo fai fatica a dire di no. Rinnovo Mertens? Per me ci sono il 7% di possibilità che si arrivi al rinnovo. De Laurentiis ti sa spiazzare proprio quando pensi di averlo capito. Il Napoli prenderà Deulofeu anche se c’è qualche spigolatura da andare a sistemare. Balla ancora qualche milione tra i club, anche il giocatore ha espresso la propria volontà. Penso che l’operazione sia subordinata a qualche cessione come quella di Ounas o Politano. Ma sia chiaro che Deulofeu arriva per fare ma sottopunta, anche se l’esterno lo sa fare. Appartiene agli ultimi calciatori che in Serie A accendono la fantasia del tifoso. Sarri mi disse che Deulofeu fosse troppo uno che andava dritto per dritto in campo, lui preferiva uno che entrasse dentro il campo. Koulibaly alla Juventus non ci va”.

A Radio Marte nel corso di “Marte Sport Live” è intervenuto Carlo Jacomuzzi, dirigente
“I tifosi del Napoli fino ad oggi non possono lamentarsi perché sono sempre state assemblate squadre ad alto livello. Dovete capire che all’inizio nessuno pensava allo scudetto, ma poi ci sono state delle situazioni che hanno fatto credere al sogno poi spezzato dalle sconfitte casalinghe. Credo che sia sempre stato portato un prodotto più che valido. Non ascoltate le voci perché sono i procuratori che fanno i giochini. Il mese di giugno è sempre una questione di giochini che non esistono nel calcio. Non siamo un calcio ricco e quando veniamo a contatto con le realtà esterne, andiamo in difficoltà. I nostri giornali devono vendere”.

A Radio Marte nel corso di “Marte Sport Live” è intervenuto Pasquale Salvione, giornalista
“Mi sento di dover dire che l’umore dei tifosi è sotto i tacchi. Onestamente sarei curioso di capire cosa pensa Spalletti. Già le sue facce durante la conferenza stampa sono diventate virali, adesso Koulibaly dice non so il mio futuro, stessa cosa Osimhen, Ospina più di là che di qua, Mertens ai saluti. Non è una situazione entusiasmante, il presidente dovrà fare qualcosa per risollevare l’umore. Il Barcellona aspetta questa assemblea per capire cosa potrà fare. Il primo obiettivo di Xavi era Koundè, ma non si prende per meno di 60 milioni. Hanno Lewandowski e Azpilicueta che li aspetta. Magari saranno costretti a rinunciare a qualche giocatore tipo De Jong. Al Barcellona che non fa operazioni non ci credo, per questo potrebbe andare su Koulibaly. Il Napoli si augura che la situazione possa raffreddarsi”.

Commenti