AMARCORD: Napoli-Spezia, non sempre è Natale

Napoli e Spezia si affrontano per la terza volta al Maradona e si può già dire che, per quanto riguarda il bilancio tra le mura amiche, la compagine ligure costituisca una bestia nera avendo vinto due volte su due. “Ci siamo intossicati il Natale…!”: così ha esordito un critico volendo commentare la dolorosissima vittoria dello Spezia del 22 dicembre 2021 che ha visto il successo degli ospiti per 1-0 ottenuto con una sfortunata autorete di Juan Jesus al 37°. Eppure non è che il Napoli sia stato a guardare, azzurri di volta in volta pericolosi con Zielinski, Mertens, Politano, Lozano, Di Lorenzo, un salvataggio sulla linea di un difensore spezzino ed una traversa spizzata da Elmas allo scadere. Fischi a fine gara così come ce ne erano stati il 6 gennaio 2021 quando i liguri vinsero 2-1 rimontando il vantaggio di Petagna al 58° con un rigore di Nzola e il gol vittoria di Pobega all’81°. Sulla panchina dello Spezia siedeva l’emergente Italiano, altro spauracchio che vincerà l’anno dopo guidando la Fiorentina, nel 2021/22 c’era invece Thiago Motta. La prima sconfitta fu attribuita a Gattuso mentre la seconda capitolazione costituisce probabilmente il punto più basso dell’era Spalletti.

Antonio Gagliardi

Commenti