LE PAGELLE DEGLI AZZURRI – Osimhen irrefrenabile, Di Lorenzo uomo ovunque

Meret 7 – Il Sassuolo non rinuncia ad attaccare e si presenta in diverse occasioni dalle parti del portiere partenopeo, che risponde sempre con qualità a tutte le sollecitazioni.

Di Lorenzo 7 – E’ uno degli ingranaggi fondamentali del gioco di Spalletti con i suoi cambi di posizione sul terreno di gioco. Nella prima impostazione lo si trova centrale di destra della difesa a tre; quando l’azione si sviluppa sulla destra funge da ala, con sovrapposizioni interne o esterne a seconda dei movimenti di Lozano; quando l’azione si sviluppa sulla sinistra, addirittura si posiziona da attaccante, lasciando l’ampiezza al messicano. Impeccabile.
(Zanoli 6 – Un paio di progressioni in velocità per dimostrare di essere anche lui all’altezza di questo gruppo.)

Kim 7.5 – Difensivamente non lo infastidisce nessuno e sta prendendo pure il vizio di farsi ingolosire da sortite offensive alla Koulibaly.

Juan Jesus 6 – Si fa sfuggire Frattesi in un’occasione, rischiando di macchiare una prestazione difensiva comunque sufficiente.

Mario Rui 7 – Ancora un assist illuminante per lui che è diventato ormai uno degli interpreti migliori del ruolo in Europa. Anche per lui vale il discorso fatto per Di Lorenzo, per cui indicarlo solo come terzino appare riduttivo.

Anguissa 6 – Recupero importante, anche se si vede che gli manca un po’ di brillantezza.
(Ndombele 6 – Sfiora il gol e dialoga bene con in compagni, quando ormai la partita era in discesa.)

Lobotka 6.5 – Dona, come sempre, tranquillità e lucidità al reparto. Il salto di qualità del reparto mediano di questa stagione, sta proprio nella continuità nelle prestazioni dello slovacco rispetto ai suoi predecessori.
(Demme s.v.)

Zielinski 5.5 – Si vede molto poco e non trova spunti degni di nota.
(Elmas 6 – Giocate semplici con pochi errori.)

Lozano 6.5 – Buone iniziative nel primo tempo, nella ripresa si dedica prevalentemente alla fase di non possesso.

Osimhen 8 – La sua voglia di lottare su ogni pallone è irrefrenabile. Letteralmente ogni pallone che transita dalle sue parti si trasforma in un’occasione pericolosa, se non proprio in goal.

Kvaratskhelia 7 – Ormai sembra talmente forte che dà l’impressione di non dover nemmeno fare cose eclatanti per risultare decisivo. Segnare e fare assist, in questo periodo, è ordinaria amministrazione.
(Raspadori 6 – Illusione del gol su una bella punizione, deviata in angolo dalla barriera.)

 

Commenti