Milan, la porta inviolata è utopia. Poli: “La sosta per rioganizzarci”

MILANO – E sono tre. Le partite senza vittorie del Milan di Inzaghi che ormai non vince dalla ripresa del campionato a settembre. Dopo il 5-4 di Parma, la sconfitta casalinga con la Juventus e il doppio pareggio in rimonta in trasferta con le due neopromosse, Empoli e Cesena. La squadra rossonera subisce quasi subito gol, deve rincorrere, aggancia le avversarie ma non riesce a staccarle. E continua a incassare reti: il portiere (prima Diego Lopez, ora Abbiati) è sempre stato battuto in partite ufficiali da inizio stagione. Inzaghi ha provato a partire al Manuzzi con un modulo teoricamente più coperto perché Honda e Bonaventura hanno presidiato le fasce con Menez a supporto di Torres: il 4-2-3-1 al posto del 4-3-3. Ma non è facile eliminare i problemi.

ORGANIZZARSI DURANTE LA SOSTA – Adesso il calendario offre un incontro abbordabile per tornare al successo: il Chievo a San Siro sabato sera in anticipo. “Cercheremo di mettercela tutta – dice Andrea Poli a Milan Channel – abbiamo tutti voglia di conquistare i tre punti. Pensiamo a fare bene con il Chievo. Poi potremo riorganizzarci durante la sosta. Il sistema di gioco di Cesena ci ha dato indicazioni positive, ma ci troviamo bene anche con il 4-3-3. Si adattano bene alle nostre caratteristiche”.

VIDEO GUARDA LA SINTESI DI CESENA-MILAN

“MANCA QUALCOSA IN CLASSIFICA” – Il centrocampista, che oggi compie 25 anni, non pensa che la prestazione di Cesena sia da buttare via: “Abbiamo fatto un ottimo primo tempo, nel secondo ci è mancata cattiveria. Dobbiamo migliorare e dare il 100 per cento in allenamento. Dobbiamo inseguire il nostro obiettivo facendo punti di partita in partita. La classifica è comunque buona, ma potevamo fare qualcosa in più. Adesso però non guardiamo il passato”.

MONTOLIVO OTTIMISTA – Intanto si avvicina il ritorno in campo di Riccardo Montolivo: “Sto bene, ma si tratta di un infortunio lungo. Però siamo quasi alla fine”, ha detto lasciando trasparire un certo ottimismo il capitano del Milan, fermo dal grave ko rimediato in Nazionale prima del Mondiale brasiliano. “Bisogna valutare giorno per giorno la guarigione dell’osso”, aggiunge il centrocampista intervenuto oggi alla presentazione dell’iniziativa della Lega Serie A in collaborazione con l’agenzia Sportradar, una serie di incontri con le giovanili dei club di massima divisione per sensibilizzare sul tema della lotta alle scommesse clandestine. L’obiettivo è tornare in campo prima della fine di novembre.

serie A

milan ac
Protagonisti:
andrea poli
Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 213 volte