Michu out, lo spagnolo dovrà stare fermo due mesi..

NAPOLI – Il possibile recupero di Mertens attenua l’amarezza per lo stop prolungato di un altro attaccante, lo spagnolo Michu che si è sottoposto ad intervento alla caviglia destra e dovrà restare fermo almeno due mesi. Il giorno dopo Praga è iniziato così, con il bollettino pervenuto dall’infermeria: Mertens sta molto meglio ed oggi si sottoporrà all’ultima visita di controllo dopodichè Benitez valuterà se impiegarlo dall’inizio con la Sampdoria, oppure a gara in corso; migliorano anche le condizioni di De Guzman a cui è stata risparmiata la fatica di Europa League per un persistente dolore al collo ma si è allenato regolarmente.

MICHU OUTSi allunga la lista degli indisponibili a lungo termine in casa Napoli: dopo Insigne e Zuniga, si è aggiunto anche Michu come emerso dal comunicato ufficiale del Napoli: «In riferimento all’intervento che ha riguardato ieri (giovedì) il calciatore Michu, si precisa che si è trattato di un’artroscopia alla caviglia destra per pulizia di alcuni frammenti ossei e rimozione di un osteofita, e trattamento con pappa piastrinica. Il rientro dell’attaccante in campo è previsto non prima di due mesi». Due mesi, a cui va aggiunto il periodo per la riabilitazione per cui Michu non sarà disponibile prima di febbraio-marzo ed a questo punto il club dovrà giocoforza intervenire in maniera più robusta sul mercato.

MERTENS OKIeri il belga si è allenato da solo e sembra pronto per tornare in campo dopo il trauma cranico riportato durante la gara con la sua nazionale. Ma si attende il via libera dall’ultima visita di controllo che effettuerà oggi. Lui o De Guzman si contendono la maglia da titolare sull’out sinistro.

ALTRA ROTAZIONESi prevede ancora un turn over, stavolta meno ampio, in vista della gara di lunedì sera con la Samp. Sugli esterni di difesa, Maggio e Ghoulam riprenderanno il loro posto mentre al centro conferma per il tandem titolare, Albiol-Koulibaly. A centrocampo, invece, ballottaggio per chi dovrà agire al fianco di Inler. Il maggiore indiziato è David Lopez. Oggi il Napoli riprenderà gli allenamenti a Castelvolturno e lo farà con il morale alto dopo la qualificazione aritmetica ai sedicesimi di Europa League con il punto conquistato a Praga. Per il primo posto del girone, invece, occorrerà superare lo Slovan Bratislava al San Paolo giovedì 11 dicembre.

Corriere dello Sport

Commenti

Questo articolo è stato letto 892 volte