De Laurentiis: “Lo sport dovrebbe essere condivisione, esempio, ma l’ Italia è un paese maleducato dove bisognerebbe applicare la legge inglese”

6-DOHA-JUVENTUS-NAPOLI-DELAURENTIIS-FOTOCUOMO-23

Il presidente Aurelio De Laurentiis, in occasione di una manifestazione al ‘Circolo Canottieri’ di Napoli, ha rilasciato importantissime dichiarazioni sul movimento calcistico italiano e non solo: “Il nostro paese è maleducato e nessuno ne vuol prendere coscienza. E’ un paese dove è scomodo vivere, non riesce a sconfiggere la mafia e la camorra. Mi sono stancato. Quando ieri mi si è detto all’improvviso che non ci saranno i tifosi per Napoli-Inter mi è salita una mappata nello stomaco. Volevo parlare subito col prefetto di Napoli. Questa è un’infamia che si sta realizzando alle spalle dei napoletani, solo perché ci sono trenta cretini che hanno assaltato un commissariato. Chi sono questi 30 cretini? Diamogli una lezione. Non siamo stati capaci di governare Fiorentina-Napoli a Roma, né gli olandesi a Roma e ci siamo fatti distruggere la ‘barcaccia’. Lo sport è condivisione. Oggi ho parlato con il sindaco e gli ho proposto di andare da Alfano per far applicare la legge inglese, altrimenti io lo stadio non lo faccio. Deve mettere in atto la legge inglese, quella che ha ripulito il calcio. Non mi metto a costruire nuove strutture per farmele distruggere. Così non andremo da nessuna parte. Lo sport è educazione, è esempio, immagine. Se non diamo l’esempio massimo della correttezza abbiamo fallito tutti”. 

 

fonte – napolicalciolive

Commenti
avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!