Fiorentina-Empoli 2-2, Kalinic entra e salva i viola

FIRENZE  –  Alla Fiorentina non basta un grande Kalinic per vincere il derby con l’Empoli. Grazie a una doppietta del croato riprende per i capelli una partita nata male ma si deve accontentare di un 2-2 che dopo la vittoria dell’Inter sul Frosinone gli fa perdere il primato in classifica. Sul risultato finale pesano le scelte di Paulo Sousa che, solo in parte, è riuscito a rimediare in corsa agli errori commessi in partenza. Troppi sei cambi rispetto alla gara di Genova per vedere la stessa brillante Fiorentina di Marassi. L’Empoli ha ringraziato e per poco non ne ha approfittato. Gli azzurri sono andati davvero vicini a una grande impresa, sfoderando una prova di grande coraggio. E, alla fine, portano via un punto anche con qualche rimpianto.

PAULO SOUSA STRAVOLGE LA FIORENTINA  –  Condizionato, evidentemente, dagli impegni delle nazionali e dall’imminente gara di Europa League con il Basilea, Paulo Sousa a sorpresa ha stravolto la formazione iniziale rispetto a due settimane fa: ha messo Tomovic al posto di Roncaglia in difesa, ha preferito Rebic, Mario Suarez e Alonso a Bernardeschi, Badelj e Pasqual in mediana, ha inserito Mati Fernandez in sostituzione di Ilicic in mediana e, infine, ha dato spazio a Babacar in attacco lasciando Kalinic in panchina. Giampaolo sul fronte opposto ha replicato in maniera meno fantasiosa rilanciando dal 1′ Buchel in mediana e rimpiazzando in avanti Pucciarelli, non al meglio, con Livaja.

LIVAJA, GOL IN FUORIGIOCO  –  La Fiorentina è parsa subito faticare a trovare i consolidati punti di riferimento e l’Empoli ne ha approfittato dimostrando di avere le idee chiarissime. Ha pressato alto, ha messo Saponara a fare il finto “nueve” con Maccarone e Livaja larghi sulle fasce e al 17′ è meritamente passato, anche se con un gol viziato da fuorigioco non rilevato dal guardalinee: Saponara ha lanciato in area sulla destra Livaja che ha scaricato un forte destro di controbalzo sotto l’incrocio.

BUCHEL GELA IL FRANCHI  –  La Fiorentina ha accusato il colpo e al 27′ ha subito anche il raddoppio: su una punizione di Paredes, respinta corta dalla barriera viola, si è fiondato Buchel che senza pensarci due volte ha infilato l’angolo con una gran botta di sinistro in diagonale da 25 mt. Incapace di reagire, come un pugile stordito, la squadra di Sousa ha addirittura rischiato il tris: prima su un destro dell’ex trequartista del Milan che non ha trovato lo specchio con un destro da 10 mt dopo una corta respinta della difesa viola e poi su un’azione personale dello stesso Saponara che al momento del tiro è caduto in area dopo un contatto con Astori che Banti non ha ritenuto da rigore.

BERNARDESCHI E KALINIC SVEGLIANO I VIOLA  –  Paulo Sousa si è deciso a togliere i confusi Suarez e Rebic e, d’incanto, varando il 3-5-2, con Borja Valero abbassato in cabina di regia e con gli innesti di Bernardeschi e Kalinic, ha ridato un’anima ai viola. L’Empoli non si è, però impressionato e prima di incassare l’1-2 ha sfiorato ancora lo 0-3 con un diagonale di Zielinski deviato in angolo con la punta delle dita da Tatarusanu.

KALINIC, STREPITOSO UNO-DUE…  –  Un episodio che ha rinfrancato la Fiorentina che in 5′, tra il 56′ e il 61′, ha piazzato un micidiale uno-due raddrizzando il risultato. Il grande protagonista è stato Kalinic che prima ha deviato di testa un cross di Alonso e poi si è fatto trovare pronto a mettere in rete da due passi un assist dalla destra di Babacar.

… E TRAVERSA NEL FINALE  –  L’Empoli non si è disunito e ha continuato a non abbassare il baricentro. Un atteggiamento positivo che ha finito per premiarlo. La squadra di Giampaolo, infatti, ha sfiorato il 2-3 con Maccarone e, in pieno recupero, con Livaja, rischiando veramente di perdere solo nel finale quando ancora lo scatenato Kalinic ha stampato sulla traversa un gran destro in girata su cross di Tomovic. Alla fine, insomma, un giusto 2-2. Ma la Fiorentina può davvero recriminare per aver regalato un tempo agli avversari.

FIORENTINA-EMPOLI 2-2 (0-2)
Fiorentina (3-4-1-2): Tatarusanu 7, Tomovic 6.5, Gonzalo Rodriguez 6.5, Astori 5.5, Rebic 5 (1′ st Bernardeschi 7) , Suarez 5 (1′ st Kalinic 8), Vecino 5.5, Alonso 6.5, Borja Valero 6, Mati Fernandez 5.5, Babacar 6 (34′ st Rossi sv). (33 Sepe, 24 Lezzerini, 3 Gilberto, 32 Roncaglia, 23 Pasqual, 21 Verdù, 5 Badelj, 72 Ilicic). All. Sousa.
Empoli (4-3-1-2): Skorupski 6.5, Laurini 6, Tonelli 7, Costa 6.5, Mario Rui 7, Buchel 7 (37′ st Bittante sv), Paredes 7, Zielinski 6.5, Saponara 7 (29′ st Krunic sv), Livaja 7, Maccarone 6.5 (20′ st Pucciarelli 5.5) (1 Pugliesi, 23 Pelagotti, 3 Zambelli, 31 Camporese, 19 Barba, 14 Diousse, 13 Maiello, 12 Ronaldo, 22 Piu). All. Giampaolo.
Arbitro: Banti di Livorno 5.5.
Reti: pt 18′ Livaja, 27′ Buchel; st 10′ e 16′ Kalinic.
Angoli: 6-3 per la Fiorentina.
Ammoniti: Buchel, Rebic, Vecino, Suarez, Zielinski per gioco falloso, Bernardeschi per fallo di reazione, Livaja e Tomovic per reciproce scorrettezze.
Recupero: 1′, 5′.
Spettatori: 27.618, incasso 520,676 euro (paganti 6843, incasso 184.042; abbonati 20.775, quota 336.634).

Fonte: Repubblica

Commenti