Gli interventi di Ciro Venerato, Massimo Basile, Pino Taglialatela, Giancarlo Padovan, Pierluigi Pardo, Ciro Ferrara e Angelo Gregucci a Radio Crc

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Ciro Venerato, giornalista

“Molti pensano che avendo giocato Diawara contro l’Udinese non verrà schierato stasera, ma non è così e quindi Sarri potrebbe schierare nuovamente Diawara e farlo riposare lunedì col Sassuolo. Il ballottaggio con Jorginho c’è e dovesse giocare Diawara, credo che ci sarà anche Zielinski mentre se venisse l’impiego Jorginho, ci vedo meglio Allan.

Jorginho non andrà via a gennaio perché il Napoli è in corsa per tre competizioni e il club non prende affatto in considerazione l’idea di cederlo a stagione in corso anche perché non ci sono centrocampisti forti come l’italo brasiliano. Al momento il Napoli fa sapere che offerte dalla Roma non sono arrivate e questo non vuol dire che la notizia del Corriere dello sport non sia vera, magari la Roma avrà parlato con l’agente del calciatore, ma non con il Napoli.

Pavoletti? Il calciatore ha rimosso i suoi dubbi. Il Napoli gli ha dato tempo fino all’8 dicembre, ma Pavoletti ha confessato di aver cambiato idea anche perché la proposta del Napoli di 5 anni è appetibile.

La pista Muriel è reale, il Napoli non ha parlato solo col procuratore del calciatore, ma anche con la Sampdoria. Muriel costa e non i 35 milioni della clausola, ma non credo meno di 25milioni. Il ragazzo piace a Sarri, non è una prima punta fisica, ma potrebbe fare i movimenti di Mertens. Poi c’è il discorso Zaza, il Napoli sta aspettando di capire cosa succede in Inghilterra e quindi se parlare col West Ham o con la Juventus. Destro è la quarta opzione”.

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Massimo Basile, giornalista del Corriere dello Sport

“Non sottovaluterei la Dinamo Kiev che non è squadra brillante, ma solida. In Europa non ha mai preso sbandate, ma attenzione a parte, il Napoli può fare sua la partita. Oltretutto, la fascia sinistra, quella più forte azzurra, coincide coni quella più debole della Dinamo Kiev. Non credo affatto che l’approccio del Napoli stasera sarà sbagliato, ma dovrà fare molta attenzione sul gioco aereo perché loro hanno dei centrali difensivi molto forti di testa.

Il portiere è un giocatore non umano perché ha talmente grandi pressioni quando gioca a certi livelli che sa gestirsi da solo. Il portiere riesce a trovare da solo le risorse per venir fuori dalla crisi quasi arriva”.

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Pino Taglialatela, ex portiere

“La Dinamo Kiev è molto più pericolosa in trasferta che in casa e fa bene Sarri ad alzare la concentrazione dei suoi anche perché in Champions squadre scarse ce ne sono poche o niente. Stasera il match è complicato e per vincere, il Napoli dovrà avere una concentrazione tale da non complicassi la vita. La Champions è così e bisogna affrontare ogni partita al massimo senza sottovalutare nessun avversario.

Reina come ogni portiere può avere un calo di tensione come quello accaduto contro la Lazio, ma parliamo di un calciatore dalla grande esperienza e sono certo che ha già messo alle spalle questa debacle.

Diawara sta dando un ritmo importante al Napoli ed è per questo che credo sia titolare stasera. Gode di un momento incredibile, è già pronto nonostante la sua tenera età e certe cose ce l’hanno solo i campioni”.

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Giancarlo Padovan, giornalista

“Le squadre demotivate sono maggiormente temibili perché non hanno l’assillo del risultato e possono giocare con la mente sgombra da ogni problema ed ecco perché ritengo che la partita contro la Dinamo Kiev non sia affatto facile. Certo, parliamo di un match ala portata del Napoli che può essere tradito da se stesso per cui è necessario non innervosirsi, ma giocare con calma imponendo il proprio gioco”.

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Pierluigi Pardo, giornalista

“Se Albiol sta bene fisicamente deve giocare, i meccanismi con Koulibaly sono maggiormente rodati per cui non c’è da discutere, ma se c’è il rischio di una ricaduta o qualche perplessità sulla tenuta fisica si possono fare altre scelte, ma se sta bene non ci sono dubbi.

Stasera credo che Zielinski sarà titolare anche per un discorso di rotazione anche se a Udine Allan non ha fatto male. E’ gusto insistere su Insigne che doveva solo sbloccarsi. I suoi numeri erano impressionanti e credo che il peggio sia passato, ciò non toglie che la formula del tridente leggero ha i suoi limiti. Anche la prova di Udine non è stata straordinaria, poi è stato importante trovare il gol, ma il problema del gol lo si avrà sempre, anche stasera.

Mazzarri è stato il primo costrittore dell’epoca d’oro del Napoli ed ha tirato fuori il massimo dal materiale che aveva a disposizione, inferiore rispetto a quello attuale. Secondo me l’allenatore è un pò sottovalutato, è molto bravo, forse deve migliorare un pò nella comunicazione”.

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Ciro Ferrara, ex calciatore

“Sono rientrato dalla Cina da una decina di giorni e stasera sarò collegato su Premium.

La Champions è la competizione più bella che c’è nel panorama europeo e il Napoli deve sfruttarne anche la visibilità che porta. Se si guarda la forza delle squadre che militano in questa competizione, si pensa che disputare i quarti di finale potrebbe essere un miracolo per il Napoli perché oggettivamente ci sono squadre più attrezzate per storia e per forza, ma la Champions è qualcosa che sfugge alle regole che possono esserci e c’è bisogno anche di un pizzico di fortuna per arrivare in fondo. Il Napoli non credo abbia problemi a superare il turno, poi nelle partite secche subentrano anche altri fattori: il momento attuale di forma, gli infortuni, le squalifiche e quindi ostacoli insormontabili possono anche essere superati.

Per arrivare fino in fondo, è necessario che la rosa sia forte e che i calciatori abbiano anche un pò di cazzimma. L’anno scorso sentì una dichiarazione di Sarri che parlava di esperienza, di saper gestire le fasi delle partite e probabilmente il Napoli deve migliorare proprio in quanto a cattiveria”.

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Angelo Gregucci, allenatore

“La stagione è ancora aperta e credo che il Napoli possa fare bene in campionato e in Champions. Per subire meno gol, l’unica cosa da fare è lavorare sulle certezze. Il lavoro iniziato lo scorso anno deve essere completato perché sono cambiati alcuni calciatori e poi quando non vinci, sei sotto pressione ed è naturale che si subiscono più gol. Col ritorno di Albiol, qualcosa può cambiare anche perché Reina è un grande portiere che ha personalità nonostante abbia commesso qualche errore di troppo.

Tutte le squadre attraversano momenti di difficoltà, ma quando in rosa si hanno calciatori di alto profilo, si può venir fiumi in breve tempo.

Sarri sta facendo crescere il Napoli sotto il profilo della proposta di gioco e questo va al di là dell’attacco leggero o pesante che sia”.

I presenti comunicati sono stati inviati da Crc. Si declina ogni responsabilità dal contenuto degli stessi

Commenti