Gli interventi di Pierluigi Pardo, Bruno Gentili, Giancarlo Padovan, Maurizio Pistocchi, Antonio Corbo, Ciro Venerato e Fabrizio Corso a Radio Crc

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Pierluigi Pardo, giornalista

“Ieri il Napoli ha dato l’ennesima dimostrazione di forza. Qualcosa da sistemare c’è ancora, l’inserimento di Pavoletti è migliorabile, ma la vittoria sulla Fiorentina è importante anche per l’enorme continuità di risultati. Il Napoli ha dei periodi in cui è irresistibile ed altri in cui il motore si inceppa, ma mi pare che questa fase sia stata ampiamente superata e non so se questo vento a favore durerà fino alla fine.

Sono d’accordo con Albiol, il Napoli deve crederci fino alla fine perché è vero che la Juve si fa preferire per la forza psicologica, ma il Napoli ha qualcosa in più per esempio della Roma, nonostante si parli di due grandissime squadre. Devono crederci tutte e due perché al momento la differenza l’hanno fatta gli scontri diretti. La rosa del Napoli è enorme, lo scorso anno c’era Higuain e non parliamo di un giocatore normale, ma quest’anno come qualità e quantità, l’organico azzurro è superiore”.

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Bruno Gentili, giornalista

“Il Napoli è la squadra più europea delle italiane, è la squadra che più si avvicina al Barcellona per il gioco che esprime. Non è facile affrontare il Napoli e ieri la Fiorentina è stata brava a reggere, ma sono certo che il Napoli può fare strada in Europa mettendo in campo la giusta attenzione e concentrazione. C’è da modellare la fase difensiva perché troppo spesso il Napoli soffre di cali difensivi.

Il Napoli deve anche imparare ad addormentare il gioco. La velocità di pensiero è l’arma letale degli azzurri che non corrono dietro al pallone, ma lo fanno arrivare dove decidono. Lo step successivo, è imparare a rallentare la marcia”.

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Giancarlo Padovan, giornalista

“La Fiorentina ha avuto qualche occasione per andare in gol ieri, soprattutto nella ripresa. Il risultato finale però è corretto perché ha vinto il Napoli che è la squadra più forte, che ha le migliori individualità, ma la Fiorentina è un bel laboratorio e Sousa è un bravo allenatore e la gente credo si sia divertita sia allo stadio che a casa come me.

Il Napoli non si accontenterà di fare una bella figura col Real Madrid, deve provare a fare qualcosa di grandissimo. Certo, il Real è una squadra stellare fatta di singoli che da soli vincono le partite, ma qualche sconfitta in stagione l’ha subita. Il fatto di non aver subito gol è una buona notizia per il Napoli perché è vero che in campo c’era un esperto della materia come Albiol, ma c’era anche Maksimovic che finora non aveva espresso il meglio”.

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Maurizio Pistocchi, giornalista

“E’ stata una bella partita ieri tra due squadre che esprimono un bel calcio. La Fiorentina si è preoccupata prevalentemente di difendersi mentre il Napoli ha attaccato di più. Pavoletti è poco adatto al gioco attuale del Napoli, ma ha quella fisicità che può essere importante. La supremazia del Napoli nel primo tempo è stata netta anche se non si è concretizzato, poi dopo il gol di Callejon è ovvio che la concentrazione cala considerando anche che si è giocata solo domenica una partita importantissima contro il Milan.

La Juve ha una rosa talmente forte che permette ad Allegri di giocare con più moduli perché ha due squadre dello stesso livello.

Vivremo il girone di ritorno più bello di tutti i tempi perché la lotta per l’Europa League è apertissima e anche le prime posizioni sono in bilico. Peccato invece, che dietro è già tutto deciso.

Ho ricevuto centinaio di messaggi da tante tifoserie per il lavoro che faccio da 30 anni. Il fatto che ci sia qualcuno che usa certi metodi per provare a condizionare il mio lavoro, non mi tocca perché non c’è niente e nessuno che mi faccia cambiare idea. I miei 30 anni di lavoro sono sotto gli occhi di tutti e devo dire anche che ho avuto anche tante dimostrazioni d’affetto da tifosi juventini”.

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Antonio Corbo, giornalista

“Pavoletti è un giocatore più che dignitoso, ma la partita di eri evidenzia un calciatore in difficoltà. Sembra un turista per caso nel gioco del Napoli e deve avere tempo per assimilare i meccanismi anche perché sappiamo bene com’è complicato capire i movimenti che chiede Sarri.

Questo è il Napoli più forte della gestione De Laurentiis, ha dei ricambi all’altezza dei titolari ed ecco perché si ottengono risultati migliori. 

Il Napoli dà una lezione che deve essere trasferita a Coverciano perché con il Mertens attuale, spiega da manuale cosa significa essere punta centrale di un 4-3-3. Se guardate per esempio i movimenti e le dinamiche del gioco di Higuain che torna a centrocampo, magari va in contrasto, copre la palla e riavvia l’azione, dopo un po’ va a fare la sponda ad un bordo dell’area di rigore o arriva a centro ci si rende conto che Higuain è stato bravissimo perché ha trovato un’interpretazione magistrale del ruolo e la stessa cosa la sta facendo Mertens che non solo riesce a segnare, ma anche a fornire assist”.

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Ciro Venerato, giornalista

“Napoli e Southampton stanno negoziando il cartellino di Gabbiadini. Poche ore fa il Southampton ha rimodulato l’offerta arrivando a 16 milioni più 4 milioni di bonus quindi arrivando a quei 20 milioni che chiedeva De Laurentiis. C’è da capire se quei 4 bonus sono facilmente raggiungibili o meno, ma il dato di fatto è che i due club stanno negoziando. Gabbiadini è in Lombardia perché ha fruito di un giorno di riposo, si tratta di una causalità, un volo programmato.

Il Napoli non ascolterà nessuna offerta per Giaccherini per cui non si muoverà in questa sessione di mercato”.

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Fabrizio Corsi, presidente dell’Empoli

“Abbiamo mostrato interesse per El Kaddouri, poi se lo prenderemo dipenderà molto dal Napoli. Non so cosa prevedere, ho manifestato il mio interesse per il calciatore e gradirei fare le cose nel rispetto che ho della società. El Kaddouri ci interessa adesso perché potrebbe darci una spinta importante verso la salvezza, lo abbiamo detto, siamo disponibili a prenderlo e siamo in attesa degli eventi. Per prendere un calciatore, tutte le componenti devono essere felici di concludere un’operazione”.

I presenti comunicati sono stati inviati da Crc. Si declina ogni responsabilità dal contenuto degli stessi

Commenti

Questo articolo è stato letto 894 volte