Gli interventi di Filippo Buonsignore, Giuseppe Incocciati, Beppe Accardi, Luca Marchetti, Claudio Vagheggi, Carlo Jacomuzzi, Pietro Tonelli, Stefano Ceci e Vincent Chilet a Radio Crc

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Filippo Buonsignore, giornalista

“Il Napoli tra le concorrenti della Juventus è quella che lascia idee migliori vista la bontà dell’annata appena trascorsa. La Roma dovrà adattarsi ad un nuovo allenatore e sarà un nuovo inizio. Di Francesco è una guida importante e farà sicuramente bene, ma dipenderà molto dal mercato e quanto influirà il FairPlay finanziario. Il Napoli è pronto e fatto, ma credo che qualcosa sul mercato ugualmente lo farà. La squadra è per lo più fatta e non deve farà chissà cosa per tenere a distanza la Juventus, ma può portarsi ancora più su”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Giuseppe Incocciati, allenatore

“Il Napoli è prontissimo, basta aggiustare piccole cose per essere ancora più competitivi. Non è facile rinforzare questa squadra, credo che la difesa possa migliorare. Ci vorrebbe qualche top player per dare la svolta decisiva e non è semplice prenderli, ma sono certo che il Napoli non è fermo, ma sta valutando. Milan a parte, tutte le altre squadre sono in attesa. Il club rossonero ha bisogno di mettere a posto diverse cose ed ecco perché si sta muovendo in anticipo, ma squadre come il Napoli fanno bene a prendere tempo”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Beppe Accardi

“Il mercato vero inizierà ai primi di agosto, al momento si fanno molte sceneggiate. Chi arriverà a Napoli dovrà sposarne il progetto anche perché questa squadra è orma tra le più grandi. Il Napoli ha solo bisogno di interventi mirati che completino la rosa. I primi colpi li ha fatti rinnovando i migliori e questo ha dimostrato la volontà di crescere. Milan e Inter invece devono ricostruire per cui se non capiterà l’annata unica in cui tutto andrà nel verso giusto, inizieranno un progetto di crescita. 

Sarri è tranquillo, il caso Reina lo sta vivendo in maniera spensierata. E’ chiaro che ha tutto sotto controllo, ma si tratta di una società di calcio, soggetta quindi a problematiche”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Luca Marchetti, giornalista

“Tra Donnarumma e Reina il calciomercato italiano ci sta tenendo sulle spine, ma non riesco a vederlo il Napoli senza Reina anche perché Sarri punta molto sul gruppo e lo spagnolo ne è il leader. L’affare è impossibile quando manca la volontà delle parti e non credo che Reina e il Napoli siano così distanti. Lo stesso Ghoulam fino a  qualche tempo fa sembrava lontanissimo da Napoli e invece è sempre più vicino. Nel rinnovo di Donanrumma, per esempio, le parti sono irritantissime e infatti ci aspettiamo i fuochi d’artificio, mentre con Ghoulam non mi pare che il rapporto sia deteriorato”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Claudio Vagheggi, procuratore di Allan
“Giuntoli sa bene che Allan è molto richiesto. Scherzi a parte, il ragazzo è molto felice a Napoli, ma non gli mancano le richieste di club e quindi l’opportunità di giocare altrove. Allan è un giocatore che dà il suo contributo e una squadra importante come il Napoli credo abbia i sogno di lui. D’altronde, è ciò che fa anche la Juventus che ha una rosa tutta competitiva. Credo che il club azzurro debba rinforzarsi nei ricambi perché le alternative non sono tutte adeguate. Il centrocampo credo sia competitivo in ogni elemento, ma per esempio, se non gioca Callejon non credo che chi lo sostituisce sia dello stesso livello.

Widmer e Meret al Napoli? Credo sia solo un’idea. L’Udinese non vende calciatori a società che non intendono puntare subito su di loro. Il Napoli ha bisogno di giocatori pronti, il mercato ogni giorno può riservare delle sorprese. 

Scuffet? Il Napoli ha chiesto informazioni su Karnezīs un mese fa. Credo però che il Napoli sia in standby perché vuole capire prima cosa farà Reina”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Carlo Jacomuzzi, osservatore dell’Everton

“Il Napoli non l’ho trovato, a Milano ha cambiato hotel ma non so dove sia. Giuntoli si nasconde, evidentemente starà lavorando, ha altro da fare. Non sono riuscito a vederlo, volevamo sapere cosa aveva in mente di muovere e se poteva interessare qualcuno dei nostri. Ghoulam firmerà col Napoli, è solo questione di tempo. Al Napoli magari poteva interessare qualche centrocampista e poi si poteva parlare anche di Reina. Non so se lo spagnolo può interessare all’Everton, volevamo sapere chi il Napoli dava in uscita. 

Lukaku al Chelsea? In Cina hanno bloccato tutte le vendite e gli acquisti. Lapadula non interessa, se va via Lukaku non può arrivare Lapadula, sono profili diversi. Bacca è un signor giocatore, ma tra qualità e prezzo, il profilo giusto potrebbe essere Zapata, ma non ne sappiamo niente per cui non si può formalizzare niente. 

Everton su Neto? Non è che interessa, loro sono venuti in Italia per sapere cosa c’è in giro, ne valuteranno i profili e poi sceglieranno”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Pietro Tonelli, papà di Lorenzo Tonelli

“La pubalgia ha dato molti problemi a Lorenzo e anche contro il Milan giocò male. Adesso però sta bene, ha superato l’infortunio e il prossimo sarà un campionato in cui farà molto bene. Adesso è al 100% per cui è utilizzabile e credo meriti un esame di riparazione. 

Lorenzo ha avuto un problema al ginocchio durante il ritiro di Dimaro, poi ha recuperato, ha giocato ma è arrivata la pubalgia. Sono stati due infortuni differenti, ma pesanti, ma ora è completamente recuperato.

Lorenzo adesso ha voglia di giocare e spera anche che Ventura possa considerarlo in vista dei Mondiali. Il rapporto con Sarri è sempre ottimo e Lorenzo desidera di restare con il Napoli e magari dimostrare di essere all’altezza dei titolari. C’è da capire quale sarà il piano strategico della società”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Stefano Ceci, amico di Maradona

“Sono in aeroporto, raggiungerò Maradona a Dubai. La settimana scorsa il Napoli calcio disse che c’erano dei problemi ad organizzare l’amichevole al San Paolo con Maradona il giorno prima ella partenza per Dimaro. Avevamo la disponibilità di Maradona che era felice di ricevere il riconoscimento e anche quella del Comune che voleva dare la cittadinanza onoraria a Diego. Se riusciremo, insieme al Comune, faremo un grande evento e probabilmente lo si farà a piazza Plebiscito e dove quindi non ci sarà nessun biglietto da pagare come sarebbe stato al San Paolo, ma i tempi sono stretti. Siani aspetta un mandato ufficiale dal Comune di Napoli per organizzare l’evento in breve tempo e mancano poco più di 15 giorni. Se non riusciremo, rimanderemo e decideremo per una nuova data. In ogni caso, non sarà più un’amichevole, ma solo il conferimento della cittadinanza”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Andrea Saronni, giornalista

“Il Napoli è ormai una grande squadra europea e uno come Donnarumma farebbe comodo anche se il portiere del Milan ha grandi offerte. Il Napoli deve risolvere presto il problema Reina perché parliamo di un ruolo delicato in campo e anche fuori dal campo vista la grande leadership dello spagnolo. Non devono esserci mezze misure: Reina deve restare e avere la titolarità oppure farlo partire, non credo ci siano vie di mezzo. Il Napoli non deve fare tantissimo sul mercato perché la rosa è competitiva anche se può essere rinforzata, ma non deve sbagliare la scelta del portiere. Handanovic è bravissimo, ma incostante e a Milano non ha mai soddisfatto appieno l’ambiente e i tifosi pur vendo dei grandi meriti proprio per la sua incostanza”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Vincent Chilet, giornalista valenciano 

“L’interesse del Valencia per Raul Albiol è noto, ma prima di comprare, la società ha bisogno di vendere. Senza i soldi della Champions non può concludere grandi operazioni, ma solo pensare ai prestiti. 

Credo che la Juventus voglia vendere Neto e non darlo in prestito. Se il Watford, il Napoli o qualsiasi altra società troverà un accordo on la Juve, è difficile che il Valencia possa intromettersi. La società è interessata a Neto, il nuovo allenatore ha una considerazione alta del portiere bianconero, ma non c’è stata nessuna offerta.

Castillejo? Tutto dipende dalla volontà dell’allenatore del Villarreal. Il rinnovo è in bilico”.

I presenti comunicati sono stati inviati da Crc. Si declina ogni responsabilità dal contenuto degli stessi

Commenti