Gli interventi di Pierluigi Pardo, Claudio Onofri, Ciccio Colonnese e Maurizio De Giovanni a Radio Crc

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Pierluigi Pardo, giornalista

“La tendenza della partita di Manchester è stata in crescendo per cui non vedo problemi dal punto di vista psicologico per il Napoli, semmai da quello pratico. Nel girone la posizione del Napoli non è ottima e bisognerà lottare fino all’ultima partita per il passaggio del turno, ma dal punti di vista della prestazione, è stato un crescendo. Il problema Insigne c’è perché il Napoli ha già giocatori contati in attacco e quando si fa male qualcuno diventa un vero problema. Sarri inserisce i calciatori gradualmente, lo ha fatto con tutti per cui non so se manderà Ounas subito in campo contro l’Inter”.

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Claudio Onofri, allenatore

“Il Napoli dovrà fare attenzione alle incursioni di Candreva e Perisic ed è ovvio che l’Inter è potenzialmente una grande squadra grazie anche a Spalletti che è un grande motivatore, ma dall’altra parte c’è il Napoli e se ripenso alla partita contro il Manchester City giocata alla pari mi rendo conto della forza di questa squadra. E’ vero che all’inizio non è riuscito a fraseggiare, ma poi è cambiato tutto e il Napoli è diventato il Manchester City e questo è merito di Sarri”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Ciccio Colonnese, ex calciatore

“La sconfitta di Manchester è salutare per il Napoli che nel primi 25 minuti non è stato all’altezza, ma contro l’Inter avrà voglia dimostrare che il vero Napoli è quello del secondo tempo, quando ha preso il pallino del gioco in mano. 

Il Napoli non ha alternative di spessore in attacco e Insigne, Mertens e Callejon hanno fatto la differenza finora, ma in questo momento la condizione fisica dei tre non è al top. Il 4-2-3-1 di Spalletti può contrastare il 4-3-3 del Napoli, la differenza la faranno i singoli nell’uno contro uno. Dal punto di vista tattico sarà una bella partita quella tra Inter e Napoli”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Maurizio De Giovanni, scrittore

“Il Napoli ha acquisito consapevolezza mantenendo l’organico dello scorso anno e vincendo partite che l’anno scorso non avrebbe vinto. Poi, ha fatto risultato due volte a Roma e non sono affezionato al primato in classifica perché è presto per ogni considerazione, ma è importante aver vinto 2 trasferte a Roma e non credo che molte squadre ci riusciranno. Col City abbiamo una partita a 2 facce, ma la voglia di prendere in mano il match del Napoli è stato determinante. Adesso, ciò che preoccupa è l’attacco perché Insigne è affaticato e Mertens un po’ stanco. 

L’organico del Napoli è fatto da giocatori sufficienti, ma tra le prime e le seconde linee in alcuni reparti c’è differenza. A centrocampo e in difesa ci sono calciatori interscambiabili, ma il portiere, gli esterni bassi e i tre attaccanti devono stare in campo finché possono perché non hanno un ricambio all’altezza”. 

I presenti comunicati sono stati inviati da Crc. Si declina ogni responsabilità dal contenuto degli stessi

Commenti