Portiere pareggia al 104′, Podolski perde la testa

È terminato con uno spettacolare 3-3 il match tra Shizimu e Vissel Kobe. È successo veramente di tutto, con gli ospiti – guidati dalle stelle Podolski e Iniesta – capaci di sprecare un doppio vantaggio nel finale di partita. E sono stati proprio i campioni europei ad infiammare la sfida, chi con grandi giocate e chi con una reazione eccessiva a tempo praticamente scaduto. Lo spagnolo, infatti, ha illuminato la scena servendo a Fujita la palla del vantaggio: una scucchiaiata col contagiri per cogliere alle spalle la difesa, finalizzata poi dal bel mancino del compagno di squadra. Le reti di Furuhashi e Mita nella ripresa sembravano aver reso vano il momentaneo pareggio di Kawai e indirizzato gli ospiti verso una convincente vittoria, ma la parte conclusiva di gara ha regalato un’incredibile quantità di emozioni. Il Vissel, in netto controllo, si è complicato clamorosamente da solo la partita, rimanendo in inferiorità numerica a sette minuti dal termine per una piccola reazione di Fujita in mezzo al campo che gli è costata il secondo giallo. Con l’uomo in più lo Shizimu si è rifatto sotto e ha trovato il gol della speranza all’87’ con il colpo di testa Douglas. La rete del pari è arrivata, addirittura, al 14° minuto di recupero e a realizzarla è stato il portiere Rokutan, bravo a staccare in mezzo a tutti.

Podolski perde la testa, il Kobe chiude in 9

La clamorosa beffa subita ha surriscaldato gli animi in campo, specie tra gli ospiti, e un intervento col braccio alzato del neo entrato Wellington ha acceso la rissa. Nei pressi dell’area laterale sono cominciati a volare gli spintoni da una parte e dall’altra. Iniesta si è messo in mezzo per riportare la calma, mentre Podolski è diventato assoluto protagonista della scena, con uno scambio di cazzotti con i giocatori avversari e alcuni dei componenti della panchina. Il tedesco, alla fine, non ha ricevuto nessun provvedimento (potrebbe essere comunque squalificato, e per più giornate), mentre l’arbitro ha estratto un doppio giallo in pochi secondi nei confronti di Wellington. Il Kobe, dunque, ha chiuso la partita in 9 e con un solo punto in cassaforte, utile tuttavia a garantirsi l’aritmetica salvezza con una giornata d’anticipo.

Fonte: Sky

Commenti