Gli interventi di Umberto Chieriello, Salvatore Carmando e Francesco Sinatti a Radio Punto Nuovo

In diretta a ‘Punto Nuovo Sport Show’, trasmissione con Umberto Chiariello in onda su Radio Punto Nuovo, è intervenuto Umberto Chiariello, giornalista, con il suo EditoNuovo: “Campionato che vede subito qualcosa di interessante: un sorpassino dell’Inter sulla Juve che consente di mettere pressione ad una squadra che la pressione non è abituata a subirla. L’unica volta che ha lottato è stata col Napoli, quando è andata a vincere a Torino e la Juve si salvò per il rotto della cuffia a Milano con l’Inter. Vedremo ora come reagirà, anche perché l’allenatore è quello che disse ‘ho perso lo scudetto davanti alla televisione’ oggi si è rimangiato tutto, ma va bene così. Lukaku-Martinez è una coppia molto efficace, il ‘chiattone’ i suoi gol li fa, non sarà Icardi – che sta facendo casini a Parigi – però è efficace. Il signor Conte, gioca male, ma vince e convince. Il Napoli con l’Atalanta dovrà vincere e convincere, perché in questo momento, la Dea è in corsa scudetto”.

In diretta a ‘Punto Nuovo Sport Show’, trasmissione con Umberto Chiariello in onda su Radio Punto Nuovo, è intervenuto Salvatore Carmando, ex massaggiatore del Napoli: “Maradona? Lui aveva intenzione di vincere il Mondiale, si preparò tantissimo e pensava quasi 74kg, era snello e fece un sacrificio enorme. Diego non ha mai avuto problemi muscolari, quando si allenava non ce n’era per nessuno. Scaramanzia tra me e Diego? Mi dava un bacio in fronte e mi diceva ‘Grazie Dio’ ero il suo Santo. Diego è molto cattolico. Gol di Diego con la mano? Ma và, era di testa (ride ndr.). Fu un’azione bellissima e da bordo campo l’ho vissuta ancora meglio. Abbiamo visto un grande uomo ed un gran giocatore, ci ha fatto divertire tutti in tutto il mondo, quando si sentiva il suo nome, impazzivano tutti. Una volta alle 6 di mattina venne nella mia camera a Soccavo, mi chiese un massaggio e mi disse: “Oggi vinciamo 1-0 e faccio gol alla Juve” e così fu. Non voglio meriti, ho vissuto il grande e vero calcio, degli anni belli. Sono stato 40 anni a Napoli come massaggiatore. Nel mondo del calcio le critiche dobbiamo prendercele, ma nel calcio uomo come Diego non ce ne sono. A Natale mi diceva sempre di preparare una lista per fare i regali a Pompei o alle mogli e fidanzate di tutto, era qualcosa di straordinario. Lui voleva vincere sempre, non importava quale partita fosse, è la mentalità del campione. E’ più forte Diego o Pelè? Diego, non c’è storia. Ho visto l’ultima partita di Pelè, ma è un’altra mentalità. Messi più forte di Maradona? Deve mangiare ancora per diventare come lui”.

In diretta a ‘Punto Nuovo Sport Show’, trasmissione con Umberto Chiariello in onda su Radio Punto Nuovo, è intervenuto Francesco Sinatti, ex preparatore atletico Napoli: “Il segreto della preparazione atletica sta nell’allenamento, nei carichi di lavoro, l’Atalanta è differente dagli altri anni. Il segreto per batterli? L’intensità del Napoli per competere alla pari, le qualità tecniche del Napoli sono nettamente superiori, dovrà mettere sul piatto ciò che ha in più, anche l’individualità può essere un asso nella manica. Ghoulam? Sicuramente ha subito due infortuni importanti, dopo due infortuni del genere non è semplice tornare a certi livelli, ma non credo possa essere un giocatore finito. Un giocatore con determinate qualità fisiche, un grande professionista, non credo sia a fine carriera come viene ritratto in questo periodo. Bisogna recuperarlo, perché è un giocatore straordinario”.

Commenti