Fedele: “Venderei Fabian Ruiz. Veretout? Niente di che. Osimhen? Deve andare a scuola di tecnica”

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Enrico Fedele.
“Koulibaly mediano nel 4-2-3-1? Sono esperimenti, ha una forza fisica e un recupero importanti come difensore. Nuovo modulo? Cambiare tutto per un giocatore è azzardato, io sono però d’accordo sul 4-3-2-1. Insigne sarebbe una sottopunta ottima insieme a Mertens con Osimhen che può svariare. In mezzo al campo a sinistra potrebbe stare Zielinski con Fabian Ruiz a destra e Lobotka centrale. Uno dei due centrocampisti accompagnerà l’attacco ma, al tempo stesso, garantirebbe una squadra coperta.
Zielinski o Fabian Ruiz? Dico da mesi che c’è un equivoco tattico. Questo deve spingere a capire che noi prendiamo troppi gol. Demme o Lobotka devono fare le sentinelle davanti alla difesa. Più Nandez o Veretout? Il primo si avvicina di più al brasiliano.
Cedere Fabian Ruiz per prendere Veretout e Nainggolan? lo venderei, abbiamo visto che con il nuovo modulo c’è bisogno di giocatori di copertura. Locatelli? Ne parlo da mesi. Così come la valutazione di Allan è stata dimezzata capiterà pure con Koulibaly e bisognerà mettersi d’accordo, anche con Milik.
Si vogliono trovare soluzioni alternative ed esperimenti ma siamo in un momento di grande confusione. Gattuso uomo giusto per il Napoli? Il giocatore di carisma e diventato Campione del Mondo ha appeal su tutti. Tonali lo chiama per sapere se può prendere la numero 8. Questa qualità viene percepita dai calciatori. Una volta Ulivieri richiamó Thuram sulla postura, lui accettò ma poi mi chiese dove aveva giocato e perché diceva queste cose. Con Gattuso non l’avrebbe fatto e lui peraltro sa far giocare le squadre in un certo modo. Però l’acquisto di Osimhen lo sta un po’ confondendo perché non sa come giocare! Però questo fa venire meno il credo degli ultimi tempi, cioè giocare dal basso. Osimhen? Deve andare a scuola di tecnica.
De Laurentiis cederà il Napoli quando avrà portato a termine il suo progetto, un giorno dovrà scegliere tra Napoli e Bari. Come si sfrutta Osimhen? In contropiede e facendogli fare 2-3 ore al giorno di muro. Una cosa è avere le doti e un’altra cosa è dimostrarle: ora dobbiamo vedere quando Osimhen sarà rincorso da Romagnoli o Chiellini come si comporterà.
Mertens esterno a destra? Non esiste proprio, facciamo giocare i giocatori nei loro posti. Ieri guardavo un po’ di Francia-Croazia, Nzonzi sembra Polifemo con gli amici di Ulisse. Non parlo del giocatore ma della caratteristica. Upamecano come nuovo Koulibaly? Sokratis dà più garanzie perché è più anziano e ha già giocato in Italia.
Difesa a 3? Non si può improntare una cosa del genere da un giorno all’altro, Gattuso peraltro ha sempre giocato a 4. Possibile che in tanti anni non si siano trovati i sostituti di Callejon e Allan? Speriamo 90 milioni per Lobotka, Rrahmani, Petagna e Politano e poi dobbiamo cambiare la squadra. Kondogbia? Ha fisico ma è anche troppo tecnico. Veretout non è niente di che, non si può stare solo su di lui. Acerbi? Uno dei pochi difensori italiani che mi piacciono, peraltro è mancino”.

Commenti