Primo contatto tra De Laurentiis e Benitez, lo spagnolo ha chiesto 48 h di tempo

Dopo la delusione della sconfitta di Verona che ha ancora una volta messo a nudo la mancanza di un futuro degno di nota della squadra azzurra, il presidente De Laurentiis, per cautelarsi, ha sentito telefonicamente Rafa Benitez, paventandogli la possibilità di un ritorno all’ombra del Vesuvio per rimpiazzare Gattuso che sembra essere andato nel pallone. In casa Napoli vige, perciò un clima di assoluta incertezza ma intanto incombe la partita con lo Spezia dove c’è in palio la semifinale di Coppa Italia, trofeo che il Napoli è chiamato a difendere a denti stretti. Un’eventuale eliminazione dalla competizione tricolore, da parte dei liguri, già vincenti nel match di campionato al Maradona, significherebbe il sicuro addio del tecnico calabrese. Per Gattuso il rinnovo contrattuale fino al 2023 era già pronto, tuttavia, le ultime vicende hanno fatto rinviare i tempi per la firma e costretto la dirigenza napoletana  a riflessioni più accurate. Così De Laurentiis non ci ha pensato due volte ed ha contattato l’allenatore che, durante il suo biennio con il Napoli, portò in bacheca due trofei importanti. L’imprenditore cinematografico romano, nel caso di un esonero dell’allenatore ex Milan vorrebbe affidarsi ad un maestro del calcio, peraltro vecchio amico, il quale formò l’ossatura di un nuovo Napoli con l’arrivo di calciatori di prestigio come Reina, Callejon, Higuain, tanto per citare dei nomi. Miglior garanzia non ci sarebbe, qualora si profilasse, per forza maggiore, l’allontanamento di Gattuso. Dal colloquio tra Benitez e De Laurentiis è emerso che lo spagnolo ha chiesto due giorni di tempo per riflettere e dare una risposta. Ora il buon Rafa farà le sue valutazioni, ma ovviamente non verrebbe mai a Napoli per fare il traghettatore. Tutto dipenderà, però dall’esito della partita di giovedì, giorno in cui l’attuale titolare della panchina partenopea rischia il suo futuro.

Fonte: “Corriere dello Sport”

Commenti