Gli interventi di Giuseppe Galderisi, Maurizio Pistocchi e Edmondo Pinna a Radio Marte

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Giuseppe Galderisi, allenatore.
“Il Napoli poteva fare di più? Dopo le coppe aveva una partita difficile, il Verona ha fatto una grande partita, il Napoli poteva portarla a casa ma ci sta, un piccolo stop per un Napoli che è una delle squadre che gioca meglio, si può sentire soddisfatto. Spalletti poteva fare qualche cambio prima? Ognuno poi la vede a modo proprio ma la realtà è che l’allenatore ha in mano la situazione, allenatore che peraltro sta facendo le cose al meglio e con il gruppo che lo segue alla grande. La partita la dovevi vincere con un colpo che poteva e o non poteva esserci. Il Napoli deve portarsi a casa il punto in maniera felice. Ora si confronterà con l’Inter che sarà un bel passaggio.
Milan più avanti del Napoli di testa? Le due squadre giocano meglio di tutti, hanno qualità e mentalità. Poi è normale che in un percorso così importante qualche passaggio a vuoto ci possa stare. Forse l’Inter può rientrare ma non vedo Juventus, Lazio o Roma a poter infastidire. Il campionato è lungo ma mi sembra di capire che la fiducia e la capacità delle squadre in questione di gestire i momenti stia diventando un’abitudine e questo è un buon segno”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Maurizio Pistocchi, giornalista.

Pistocchi: “Ayroldi disastroso! Ha sbagliato molto e trattato Osimhen come un ragazzino. Napoli un po’ stanco”

“Il Napoli ha fatto 16 tiri contro 11 ma ha centrato lo specchio solamente in un’occasione. I numeri (anche altri) dicono un po’ com’è stata la partita, cioè complicata: il Verona gioca con grande organizzazione e forza fisica, sanno cosa fare. In più ci si è messo Ayroldi che a mio modo di vedere ha arbitrato malissimo. Quale figlio d’arte? Disastroso. All’inizio c’è stato un fallo nettissimo su Mario Rui di Faraoni non fischiato, poi ci sono almeno 3 episodi in area di rigore che sono tutti fallosi per me.
Per esempio, prima ha fischiato un fuorigioco inesistente a Insigne, poi una trattenuta clamorosa su Osimhen in cui è stato fischiato fallo all’attaccante. Si sono viste decisioni quasi punitive nei confronti di Osimhen, che non è falloso o un simulatore. Ayroldi invece l’ha trattato come un ragazzino. Addirittura gli è stato fischiato contro un fallo in cui lui è di schiena e il difensore gli salta addosso.
Va detto comunque che la prestazione del Napoli non è stata all’altezza delle precedenti. Ha preso un gol in maniera un po’ stupida, dove accompagnare su Barak. Nel secondo tempo, quando doveva spingere, il Napoli è invece calato d’intensità. Forse c’era un po’ di stanchezza, anche mentale. Non sono d’accordo però con chi dice che il Napoli stia giocando meno bene. L’arbitraggio non mi è piaciuto per niente. Non è questione di cercare alibi”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Edmondo Pinna, giornalista.
“Ayroldi? Ho evitato di azionare la motosega. Noi siamo abituati a vedere l’operato con un occhio differente dal loro. Se prendono una decisione sbagliata e non influisce sul risultato prendono 5,5 e se influisce 4,5. Poi magari loro criticano perché le cose buone invece passano sotto piano. In questo caso mi sono permesso di dare un giudizio con riserva perché lui ha 29 anni e francamente noi un arbitro di 29 anni che arbitra al Maradona per la prima volta – non che sia una scusante – non c’è. L’avesse fatto Doveri avrebbe prese 4,5. Lo seguo da quando era in Serie C, a me non dispiace come arbitro perché è un tipo di arbitro che non gestisce ma arbitra nel senso proprio. Poi magari sbaglia anche. Designazione avventata? Sposo in toto l’operato di Rocchi, perché altrimenti non ne usciamo più. Ci lamentiamo che non abbiamo più arbitri bravi o esperti. Prima si era costretti a dismettere arbitri con forza ed esperienza per una questione anagrafica, in Premier League ci sono arbitri che dirigono ancora a 52 anni. Non possiamo lamentarci e poi pretendere di avere subito pronto l’arbitro che ci fa le cose. Tutti noi sbagliamo, dobbiamo dare a chi se lo merita la possibilità di poter crescere. E se non gli facciamo fare delle partite – e Napoli-Verona può essere alla portata di un arbtro emergente – allora non dobbiamo impuntarci. Osimhen è straripante ma non è oggetto di meno attenzione da parte degli arbitri. Di sicuro è oggetto di più attenzioni da parte dei difensori. Ieri francamente la decisione su Gunter mi ha stupito perché nel corpo a corpo si dividono le colpe. Avrei accettato di più non avesse fischiato nulla piuttosto che fallo in attacco. Se fallo doveva essere era del difensore, tanto è vero che sono convinto che se difficilmente il VAR avesse dato rigore poi lo avrebbero tolto. Gli arbitri stanno sbagliando tanto ed è per questo che plaudio a designazioni fuori cliché, altrimenti postiamo sempre con Orsato e Doveri. Maresca abbiamo visto cos’ha fatto in Roma-Milan, Guida ogni tanto fa bene e poi si perde, anche Irrati quando arrivò in Serie A ebbi dei dubbi, mi dissero di aspettare, ora si è ritagliato questo ruolo di VAR di cui forse è rimasto schiavo. Ho vissuto l’epoca dei Collina, dei Braschi, dei Rodomonti. C’erano arbitri che francamente questi oggi gli spicciano casa”.

Commenti