Gli interventi di Gianni Improta, Ciro Troise e Fabio Manara a Radio Marte

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Gianni Improta, opinionista.
“Indubbiamente gli incidenti di percorso che riguardano gli infortuni muscolari sono talmente chiari che non deve far pensare in maniera pessimistica. Chiaramente i calciatori si stanno sobbarcando un onere fisico che li porta a gestire questi infortuni. Io dissi qualche mese fa che sarebbe stato meglio uscire dall’Europa League, i problemi di affaticamento poi si sono affacciati ed evidenziati. Però non dobbiamo drammatizzare perché il Napoli ha un’ottima rosa. Tutte le squadre che disputano competizioni internazionali vanno in difficoltà per questo motivo. C’è anche una dose di sfortuna o fortuna ma non mi preoccuperei più di tanto. Mi è dispiaciuto vedere il Napoli rimontato dal Sassuolo ma certamente qualcosina appartiene anche agli infortuni.
Sono stati riconfermati un po’ tutti ed eravamo contenti. Sono arrivati Anguissa e Juan Jesus e il Napoli è comunque primo in classifica. Purtroppo bisogna fare di necessità virtù, non bisogna fasciarsi la testa. Il coraggio lo devono mostrare le seconde linee. Certamente il Napoli perderà una struttura iniziale che finora ha portato la squadra a essere prima. Sarà una battaglia dura ma del resto bisogna mettere in campo chi è efficiente. Si dice che sia meglio un asino vivo che un cavallo morto. Io non mi fascerei la testa, a maggior ragione stando vicini ai ragazzi”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Ciro Troise, giornalista.
“Il Napoli ha la miglior difesa del campionato nettamente ma senza Koulibaly ha subito un gol ogni ora, precisamente uno ogni 61 minuti. L’anno scorso anche Koulibaly è stato fuori per tante gare. Manolas? Parliamo di un giocatore che a 28 anni non è andato più in Nazionale. Non è stata una buona operazione. Fabian Ruiz e Insigne? C’erano speranze e nulla più. Si gioca troppo, il calendario è folle, i calciatori non li ho mai sentiti minacciare uno sciopero perché si gioca troppo. Il Napoli deve fare di necessità virtù ma a gennaio bisogna prendere una decisione su Manolas e Ghoulam. Certamente non si può andare avanti tutta la stagione con un solo terzino sinistro e con un centrale in meno”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Fabio Manara, giornalista.
“L’Atalanta ha ritrovato brillantezza, giocava un po’ meno bene ma ora siamo anche più avanti di altri anni. Il Napoli ha pagato uno scotto molto pesante per gli infortuni ma anche l’Atalanta ha avuto molti giocatori fuori. Sicuramente sono fuori Lovato e Gosens, il quale ha avuto un riacutizzarsi del problema muscolare. Penso che sarà un’Atalanta diversa da mercoledì ma vicina alla formazione tipo. Spesso Gasperini ha proposto la squadra migliore prima di una gara di coppa, come fosse una prova generale. Zapata riprenderà il posto al centro dell’attacco mentre Pasalic, Malinovskyi e Ilicic si giocheranno due posti con Muriel in panchina”.

Commenti